Mercoledì, 29 Settembre 2021
Calcio

Casertana, 9 calciatori pronti a firmare ma non possono ancora tesserati

Si attende che la Federazione dia via libera all'iscrizione della società di D'Agostino

E’ una situazione paradossale, al limite del grottesco, quella che sta vivendo la Casertana e, di conseguenza, i suoi tifosi che, ad oggi, 2 settembre, ancora vivono nel limbo dell’incertezza sul prossimo futuro.

Dopo una estate bollente consumata tra aule di tribunali tra ricorsi ed appendici ad esso collegati, pare che a momenti possa sbloccarsi. Il placet dovrebbe arrivare in conseguenza dei 300mila euro versati dal presidente D’Agostino, condizione indispensabile per ottenere l’autorizzazione a partecipare alla Serie D.

Dopo un primo attimo di sbigottimento per il fondo perduto stanziato dalla FIGC, il presidente rossoblù si è assuefatto all’idea pur di non perdere la patria potestà sul club. In pratica non è chiaro il meccanismo che impone alla società questo esborso dal momento che il TAR del Lazio ha riconosciuto il diritto a restare al timone societario, senza far ricorso al lodo Petrucci. Tuttavia l’ente di via Allegri ha preteso la somma a fondo perduto e solo il suo versamento ha potuto mettere in atto il meccanismo dei passi successivi.

Nel contempo il triumvirato composto da Pasquariello, Accardi e Maiuri sta procedendo nella fase di allestimento della squadra. La mancanza di iscrizione della Casertana negli organici federali non consente il tesseramento dei calciatori contattati e la piazza freme ddi conoscere l’identità di chi indosserà la maglia rossoblù nella prossima stagione.

Purtuttavia i nomi non mancano e a sentirne parlare si ha l’impressione che ad onta di ritardi e problematiche varie, si sta allestendo un roster di ottima levatura, in grado di lottare per il ritorno veloce in Serie C e soprattutto di riavvicinare i tifosi alla società, dopo lo scempio perpetrato con la perdita del professionismo. Particolarmente ricercati quegli elementi che sono stati già al Pinto e vi hanno lasciato un piacevole ricordo.

A cominciare da Pasquale Rainone, il capitano di cento battaglie che non disdegna un suo ritorno all’ombra della Reggia. Elemento che non ha lasciato il segno in rossoblù è l’attaccante Ricciardo che dopo essere stato dirottato altrove ha fatto faville nelle esperienze successive alla Casertana e che può dare il suo notevole contributo. Per restare agli ex ha buone possibilità di conferma Mario Pacilli che dopo l’infortunio nella parte iniziale della stagione scorsa, ha confermato le sue notevoli doti realizzative in un ottimo girone di ritorno. A centrocampo potrebbe essere richiamato Kevin Matute che anche dopo la fine della sua avventura a Caserta non lasciò la città e conta non pochi estimatori nella tifoseria. Da mettere solo nero su bianco col difensore centrale Pambianchi, ex Francavilla, con l’ex Ebolitana Francesco Vacca e con Francesco Felleca, mentre nel ruolo di Under uno dei primi della lista da mettere a disposizione di Vincenzo Maiuri è Francesco Chinappi, centrocampista prelevato dal Formia. Sempre nella fascia di elementi in età di Lega sono intensi i contatti con Gianluca Grava, responsabile del settore giovanile del Napoli, per dirottare a Caserta qualche elemento della Primavera azzurra, come pure si sta intessendo una proficua collaborazione col Cosenza. Dalla Paganese arriverà il giovane Alessandro Criscuolo che Accardi conosce molto bene, come pure potrebbe essere prelevato il portiere Bisogno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casertana, 9 calciatori pronti a firmare ma non possono ancora tesserati

CasertaNews è in caricamento