rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Calcio

La Casertana non riesce più a vincere, Potenza indenne al Pinto

Poche occasioni da rete e partita equilibrata. Soprano ammonito salterà Catania

Alla ricerca della vittoria smarrita. La Casertana torna al Pinto perla seconda partita casalinga consecutiva con un unico categorico imperativo: tornare al successo che manca ormai da circa un mese ed ancor più tra le mura amiche dove i tre punti latitano dal 17 dicembre dell’anno scorso. Nondimeno l’avversario di turno, il Potenza di Marco Marchionni che ha ceduto i tre punti prima al Monopoli e nell’ultimo turno alla capolista Juve Stabia. Ma ormai il girone di ritorno è entrato nel vivo e tutte le squadre cercano con le unghie e con i denti di perseguire gli obiettivi imposti ad inizio stagione e cercano di stringere i tempi per raggiungerli. Ai tifosi ospiti è stata interdetta la trasferta e con la Curva Nord ancora inagibile, il settore Distinti è interamente occupato dalla tifoseria locale che come al solito è determinate a dare l’apporto necessario per conquistare la vittoria. Le partite disputate prima del fischio di inizio del Pinto hanno visto quasi tutte le concorrenti dei falchetti andare a punti, in simultanea si gioca Monopoli-Avellino e Taranto-Monterosi e senza sapere che esito daranno i falchetti devono perentoriamente cercare i tre punti per non perdere contatto con la vetta della classifica.

LE SCELTE. Cangelosi lamenta assenze importanti nella parte nevralgica del campo con le assenze di Proietti e Toscano con quest’ultimo in panchina; out Anastasio per qualifica, sostituito da Nicoletti e vanno n campo anche gli altri acquisti nel mercato invernale; trova posto tra i rincalzi anche l’ultimo arrivato, l’attaccante Rovaglia.  Annunciati titolare in distinta, Adriano Moontalto accusa un problema muscolare in fase di riscaldamente e cede la sua maglia da titolare a Tavernelli e si accomoda in panchina. Qualche variante per Marchionni che non ha digeriti gli ultimi flop dei rossoblù lucani: in campo da subito qualche recente acquisto come l’esterno Spaltro che prende il posto di Hadziosmanovic in difesa e Maisto che sostituisce Maddaloni; in avanti c’è Volpe a far coppia con l’altro ex Caturano; tra i rincalzi anche l’altro recente arrivato Riccardo Burgio.

PRIMO TEMPO. Casertana subito avanti con Tavernelli che ha una buona possibilità dopo neanche 60” di gioco, con conclusione di poco a lato. Al 3’ ci prova Carretta che però al momento del tiro viene contrato da Sbraga in angolo. Il Potenza risponde al 6’ con Volpe che pesca Caturano sul secondo palo, la sponda dell’ex finisce a Candellori che con una rovesciata spara alto. Dopo i primi fuochi la partita perde di intensità ed anche le occasioni da gol cominciano a latitare. Bisogna attendere il 22’ per registrare una potenziale azione da gol di marca locale: Deli trova Calapai davanti ad Alastra, ma l’esterno rossoblù non riesce ad agganciare la sfera. Al 25’ combinazione Tavernelli-Carretta che approfittano di uno svarione di Armini ma non riescono a concretizzare. La partita scade ulteriormente di tono, le due squadre si fronteggiano a metà campo, zona dove spesso Curcio è costretto a rientrare per trovare qualche pallone giocabile. Dopo una conclusione centrale di Calapai, facile preda di Alastra, nell’unico minuto di recupero combinano ancora Carretta e Tavernelli, con quest’ultimo che non riesce ad arpionare l’invito del compagno. Si chiude la prima frazione col risultato in bianco e senza troppe emozioni.

SECONDO TEMPO. Nessun cambio all’intervallo, ma il Potenza parte con ben altro piglio. In neanche 4’ finiscono tra gli ammoniti i due centrali difensivi locali, con Soprano che, diffidato, salterà la trasferta a Catania. La punizione successiva vede la respinta a pugni uniti di Venturi su tiro di Caturano. La partita si infiamma poco dopo il 10’: Schiattarella dalla bandierina trova la testa di Caturano che chiama alla respinta Venturi, sulla sfera si fonda Armini che mette in gol, ma è tutto fermo per posizione di fuorigioco del difensore lucano. Su capovolgimento di fronte Curcio cerca Caretta che non arriva sul pallone che finisce a Casoli che impegna in presa bassa Alastra. Nonostante i ritmi restano altissimi, occasioni nitide da rete non ce ne saranno più. Anche Marchionni accarezza il sogno dei tre punti e manda in campo Rossetti e Burgio per dare più incisività al reparto offensivo. Al 38’ annullato un altro gol agli ospiti per fuorigioco di Rossetti che fa partire un preciso cross per la testa di Saporiti che aveva battuto Venturi. Dopo u tentativo da fuori di Curcio (43’), l’ultima occasione è per il Potenza con Venturi che sventa un colpo di testa di Rossetti. Finisce a reti bianche il match e si allunga ancora la striscia senza vittorie per la Casertana, che nel girone di ritorno ha vinto solo a Monopoli.

CASERTANA – POTENZA         0-0

CASERTANA (4-3-3): Venturi; Calapai, Soprano, Bacchetti, Nicoletti (81’ Paglino), Casoli (60’ Toscano), Damian, Deli; Carretta (60’ Rovaglia), Tavernelli (88’ Taurino), Curcio. A disp. Marfella, Celiento, Montalto, Matese, Galletta, Sciacca, Turchetta. All. Vincenzo Cangelosi

POTENZA (3-5-2): Alastra; Sbraga, Armini, Verrengia; Spaltro (72’ Hadziosmanovic), Candellori, Schiattarella (88’ Steffé), Maisto (72’ Saporiti), Pace (77’ Burgio); Volpe (77’ Rossetti), Caturano. A disp. Iacovino, Cucchietti, Marchisano, Maddaloni, Castorani, Mazzeo, Persichini, Hristov. All. Marco Marchionni

ARBITRO: Francesco D’Eusanio di Faenza (Vittorio Consonni di Treviglio e mirko Bartolucci di Vibo Valentia; IV Ufficiale Mario Leone di Avezzano)

NOTE: serata mite, temperatura intorno ai 7°; terreno in perfette condizioni; spettatori 3000 circa con assenza dei tifosi ospiti; angoli 5-4 per la Casertana; ammoniti Nicoletti, Bacchetti, Soprano, Damian, Pace Sbraga, Armini; recupero 1’ e 4’

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Casertana non riesce più a vincere, Potenza indenne al Pinto

CasertaNews è in caricamento