rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Calcio

Bottino pieno per la Maddalonese nell’affascinante trasferta di Capri

Ospiti atomici nel primo quarto d’ora, padroni di casa che tornano in partita grazie ad un penalty nel momento per loro più difficile

CAPRI ANACAPRI-MADDALONESE 2-3

CAPRI ANACAPRI: Prete, Mignona, Pezzullo, Esposito G., Notari (46’ Gilberti), Tenneriello, Miano (46’ Cammarota), Buondonno, Gambino, Sandomenico (65’ Palmieri), Esposito P. A disp.: Lucca, Quadro, Esposito M., Luongo, Rinaldi, De Luca. Allenatore: Sena.

MADDALONESE: Cerreto, Percope, Bracale (55’ Toure), De Marco G., Della Monica, De Fenza, Di Mauro (88’ Della Valle), Solpietro, De Marco A. (66’ Pirone), Colonna (74’ Balzano), Guglielmo (79’ Fibiano). A disp.: Cioce, Viscovo, Tansella, Barletta. Allenatore: Bovienzo.

ARBITRO: Russo di Torre Annunziata.

MARCATORI: 4’ Colonna, 12’ Guglielmo, 17’ Sandomenico (rig.), 91’ Toure, 93’ Pezzullo.

Tre vittorie in sette giorni, sette gol fatti, quattro subiti, risultati mai in bilico, passaggio del turno in Coppa Italia, vittoria all’esordio in campionato. Era tanta la curiosità intorno alla nuova Maddalonese di mister Bovienzo e le risposte non si sono fatte attendere, rigorosamente sul campo. Nell’affascinante trasferta di Capri, De Fenza e compagni mettono in cassa i primi tre punti della stagione nel corso di 95 minuti mai banali e che hanno mostrato più di una faccia. Maddalonese atomica nel primo quarto d’ora, padroni di casa che tornano in partita grazie ad un penalty nel momento per loro più difficile, secondo tempo di grande sofferenza con Cerreto mostruoso, colpo di fioretto nel recupero a sancire una superiorità nelle trame di gioco. Applausi convinti al Capri Anacapri che ha disputato una gara autoritaria e di grandissima personalità, cercando il pareggio fino all’ultimo secondo e disputando una ripresa senza timori. Si diceva dell’inizio sprint della Maddalonese. Quattro minuti di gioco e Di Mauro fa già impazzire la difesa e viene atterrato in area, l’arbitro non fa in tempo a decidere il da farsi che Colonna arriva a rimorchio e fa partire un rasoterra che non lascia scampo. Al 13’ ripartenza micidiale della Maddalonese che mette ancora una volta Guglielmo nella condizione ideale di tiro: il centrocampista fa partire un bolide che si insacca sotto la traversa. Tutto facile? Nemmeno per sogno. Al 17’ si riapre il match con il rigore perfettamente trasformato da Sandomenico per atterramento in area di Gambino. La prima frazione scivola via nell’afa del “San Costanzo” fino al 46’ quando Gambino si propone come un rapace in area provando la deviazione vincente che esce di poco al lato. Al 53’ occasionissima per i padroni di casa: scambio rapido tra Buondonno e Sandomenico con l’attaccante di casa che conclude con un tiro a giro che chiama Cerreto ad un grande intervento risolutore. Al 57’ ennesima giocata peperina di Alessandro De Marco che offre un grande assist a Guglielmo che non inquadra la porta. Poi sale in cattedra Cerreto in versione Uomo Ragno: minuto 74’, Pezzullo si libera in area e prova il tiro a rientrare che viene respinto dall’estremo difensore. Minuto 85’ è Buondonno a far strozzare in gola l’urlo del gol con il suo tiro di prima intenzione da pochi passi che Cerreto manda in angolo con un volo superlativo. Si entra nel recupero ed arrivano le ultime meritate emozioni di un match giocato senza risparmio nonostante i pochi minuti nelle gambe: al 91’ Toure fa impazzire la panchina come in Coppa Italia con una solitaria ed insistita giocata personale che termina in rete con un pizzico di fortuna. Al 93’ Pezzullo fa 2-3 con un poderoso tiro dalla distanza. Il Capri Anacapri tenta il miracolo ma la Maddalonese non si fa sorprendere e torna sulla terra ferma con i primi tre punti del campionato. Da sottolineare la prestazione di personalità di Della Monica in difesa, l’inesauribile Percope e il prezioso contributo dei gemelli De Marco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bottino pieno per la Maddalonese nell’affascinante trasferta di Capri

CasertaNews è in caricamento