rotate-mobile
Calcio

Casertana e Bitonto uniche imbattute dopo quattro giornate

Il questore di Salerno dispone il rinvio della partita Nocerina-Casertana in programma il 31 ottobre

Il primo turno infrasettimanale conferma l’incertezza e l’equilibrio imperante nel girone H della Serie D: si riduce drasticamente il numero delle squadre che conservano l’imbattibilità ridotto alle sole Bitonto e Casertana uniche che non hanno provato l’amarezza della sconfitta. Il lavoro straordinario ha alquanto appannato lo stato di forma delle squadre, per cui ne risente il numero di gol segnati, appena 15 dopo che nelle prime tre giornate si è toccato o superato con facilità quota 20. Capitombolo in testa per le due capolista Cerignola e Nocerina. I primi si arrendono al Casarano, complice anche l’espulsione di Brescia che costringe la squadra a giocare in 10 per circa 80’; i molossi invece sono battuti nel posticipo dal Rotonda, nella disperata rincorsa di appianare quanto prima l’handicap di 8 punti coi quali sono partiti; per ora l’impresa è al 50% ma c’è ancora da sudare per arrivare al 14esimo posto e mettersi al riparo da ogni pericolo di retrocessione. Approfittano della doppia battuta d’arresto il Francavilla, il Casarano e il Gravina che operano il sorpasso. Buon balzo in avanti anche di Sorrento, Fasano, Lavello e Bitonto queste ultime in veste di corsari che battono di misura a domicilio Altamura e Molfetta; risorge il Nola che regola la Virtus Matino, gestendo il risultato nel finale anche grazie alla inferiorità numerica dei leccesi per l’espulsione di Salto.

La Casertana conserva l’imbattibilità dopo le prime quattro giornate; non è che i falchetti abbiano incontrato fulmini di guerra in questo poker, ma comunque ha affrontato compagini più rodate, non fosse altro per la diversificata preparazione. Eppure Rainone e compagni sono ancora immacolati e ad analizzare bene i risultati sono pure in credito con i meriti e la fortuna. Maiuri parla di una squadra in crescita, anche se asserisce che per ora il gruppo è già diventato squadra, d’ora in avanti deve lavorare per diventare una forte squadra. Alle difficoltà fisiologiche della preparazione inesistente, si aggiunge anche intoppo dovuto proprio alla stessa e dopo Pambianchi anche Vicente paga pegno ad un ingresso in campo forzato. Anche a Bisceglie la Casertana ha dimostrato il suo doppio volto: ad un periodo di attesa degli avversari ha contrapposto minuti di continuo assedio che non ha prodotto l’effetto sperato, ma allo stesso tempo ha consentito a Trapani, per la prima volta di mantenere la porta inviolata.

C’è ancora da lavorare, ovvio, ma la strada intrapresa è quella giusta; ora in rapida successione si profilano all’orizzonte impegni ben più probanti con Casarano, Gravina (nel turno infrasettimanale del 20 ottobre) e Cerignola al Pinto e le trasferte di Nardò e Nocerina da qui a fine ottobre. Anzi, a proposito di quest’ultima, c’è da registrare che il questore di Salerno ha disposto il rinvio della gara del 31 al 4 novembre per evitare la concomitanza di Salernitana-Napoli. Un ulteriore intralcio al lavoro di Maiuri che si vede costretto agli straordinari con un ulteriore partita da disputare il mercoledì. Ma ormai le difficoltà sono sempre dietro l’angolo ed oltre al mestiere di allenatore il tecnico milanese sta prendendo anche un master di programmatore e gestore dei vari impegni. Ma come sempre la Casertana cerca di affrontare un impegno dopo l’altro e la testa è già a domenica quando al Pinto arriverà il Casarano, fresco giustiziere del Cerignola ex capolista e una delle compagini che i bookmakers mettono in cima alla lista delle squadre da battere.

IL PROSSIMO TURNO. Match d’alta quota domenica al San Francesco di Nocera dove i molossi sono in attesa del Gravina; altro scontro campano pugliese è in programma a Francavilla dove è ospite il Sorrento mentre in coda il Brindisi, ancora a quota zero ospita il Rotonda che è ultimo in classifica in virtù del -8 col quale è partito e che vuole di nuovo mettere a distanza di sicurezza dopo l’exploit dei lucani contro la Nocerina. Il Nola deve verificare la sua pessima tenuta esterno facendo visita al lanciato Lavello mentre il Cerignola affida al derby con l’Altamura le sue velleità di dimostrare che quello di Casarano è stato un incidente di percorso.

I BOMBER. La scarsa vena realizzativa di un po’ tutte le squadre si riflette anche nella classifica marcatori dove si registrano poche variazioni in testa. Fermi i due battistrada Malcore e Pozzebon, il gruppone degli inseguitori a due reti si infoltisce con la presenza di Prinaro del Casarano, Santoro del Bitonto, Figliolia del Nola e Ferreira del Rotonda che ha sbloccato la gara dei lucani contro l’ex capolista Nocerina.

QUARTA GIORNATA - I RISULTATI

Altamura - Lavello 1-2
Bisceglie - Casertana 0-0
Casarano - Cerignola 2-0
Fasano – Mariglianese 1-0
Gravina - Nardò 1-0
Molfetta - Bitonto 0-1
Nola - Virtus Matino 2-1
Rotonda - Nocerina 1-0
San Giorgio – Francavilla 1-2
Sorrento - Brindisi 1-0

LA CLASSIFICA

Casarano 9
Gravina 9
Francavilla 9
Bitonto 8
Cerignola 7
Lavello 7
Sorrento 7

Fasano 7
Nocerina 7
Casertana 6
Nola 6
Bisceglie 5
V. Matino 5
Mariglianese 4
Nardò 3
Molfetta 3
San Giorgio 2
Altamura 1
Brindisi 0
Rotonda -4

I MARCATORI

3 reti Malcore (Cerignola)
Pozzebon (Molfetta)

PROSSIMO TURNO (10 ottobre, ore 15)

Bitonto - San Giorgio
Brindisi - Rotonda
Casertana - Casarano
Cerignola - Altamura
Francavilla - Sorrento
Lavello - Nola
Mariglianese - Molfetta
Nardò - Bisceglie
Nocerina - Gravina
Virtus Matino - Fasano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casertana e Bitonto uniche imbattute dopo quattro giornate

CasertaNews è in caricamento