Sport Aversa

Atletica leggera, l'aversana Lukudo quarta nei 400 metri

Gli atleti campani brillano ai campionati assoluti di Rovereto

I recenti campionati italiani assoluti di Rovereto hanno fotografato esattamente la situazione dell’atletica leggera in Campania, una regione a metà strada tra l’essere culla di natali illustri e povera di occasioni e di supporti di ogni tipo. Quattro medaglie d’oro che hanno tutto il sapore della Campania. A partire da quella di Roberto Orlando nel giavellotto, dove il ragazzo di Battipaglia, ma tesserato per la Virtus Lucca, allenato dal salernitano Elio Cannalonga, ha superato gli 80 metri. Proseguendo con l’oro di Francesco Fortunato (Fiamme Gialle) nella marcia 10 km su strada, pugliese di nascita, ma per anni in forza all’Enterprise Benevento con ancora tesseramento a metà. Torna a far parlare di sé anche la brava e bella Dariya Derkach, che nel triplo ottiene la quarta prestazione nazionale di sempre ed il minimo per le Olimpiadi di Tokyo. Per lei origini salernitane (Vis Nova) ed attuale canotta dell’Aeronautica.

Ed ancora l’oro nei 400 ostacoli di Alessandro Sibillio (Fiamme Gialle), partenopeo doc, allenato da Ciappa, medico napoletano, anche lui al personale ed al minimo Olimpico. Ci sono anche le medaglie di argento di Zane Weir (Enterprise Benevento) che nel peso è argento con 20,43 e David Nikolli (Caivano Runners), che con una gara epica è secondo nei 1500 metri con un brillante 3.39.55. C’è poi il resto, e che resto, con le prove multiple campane capaci di piazzare all’ottavo posto Anna Generali (Running Club Napoli), nell’eptathlon e vedere nella stessa gara al 13° e 16° posto delle ragazze dell’Atletica Agropoli, Chiara Tarani e Gerardina Spinelli. Bravo Giovanni Marco Cordella (Atletica Agropoli) sesto nel Decathlon e confermata la crescita anche per Raphaela Lukudo (Esercito), aversana, quarta nei 400 metri.

Un pass verde anche per Raffaele Lettera (Ideatletica Aurora), Junior che è 13° nel giavellotto, mentre Emanuele Santoro (Enterprise) ben si comporta anche nei 400 ostacoli. Sesto posto per l’ex maranese Valentina D’Urzo, oggi Aics Italia nel disco donne, mentre il team Enterprise chiude con una 4x400 al decimo posto. Soddisfatto il neo presidente regionale Bruno Fabozzi: ”Sono convinto che questi risultati saranno certamente stimolanti per tutto il movimento dell’atletica leggera in regione Campania. Saranno utili soprattutto ai giovani, e fungeranno da spinta sulle attività da incrementare. Elementi questi, sui quali abbiamo puntato la nostra attenzione e concentrato i nostri sforzi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atletica leggera, l'aversana Lukudo quarta nei 400 metri

CasertaNews è in caricamento