menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20110110003218_cavani_esulta

20110110003218_cavani_esulta

Calcio, Napoli batte Juve 3 a 0: Cavani, Cavani, Cavani

Napoli - Un bagliore di luce accecante squarcia la notte e attraversa l'Universo. Un Angelo con la spada di fuoco traduce la volontà divina. Nessuno vedrà più il mondo in bianco e nero, l'orizzonte sarà per sempre azzurro. Fuorigrotta è il Tempio...

Un bagliore di luce accecante squarcia la notte e attraversa l'Universo. Un Angelo con la spada di fuoco traduce la volontà divina. Nessuno vedrà più il mondo in bianco e nero, l'orizzonte sarà per sempre azzurro. Fuorigrotta è il Tempio Sacro della liturgia immortale. Il Napoli è Signore e Padrone. Cavani-Cavani-Cavani, da ripetere in continuazione, come la più bella filastrocca del mondo, una musica soave, una poesia struggente, una favola travolgente. La Juventus dopo neppure mezzora pensa al Diluvio Universale, alle 10 piaghe d'Egitto, all'invasione dei marziani. Il Matador diventa Nightmare, l'incubo straziante nella notte più lunga di Madama. Ma anche il più bel Principe azzurro che questa città potesse desiderare. Tre a zero per noi, senza storia, senza patemi. Si comincia urlando e si finisce godendo. Siamo nell'alto dei cieli. E voliamo sulle ali della felicità. Guardateci da lontano e metteteci a fuoco. Noi siamo quella stella splendente, quel bagliore accecante, nell'immensa luce dell'orizzonte azzurro.
Si comincia a ritmo di lambada. Il napoli balla sulle punte, la Juventus è frastornata. Pocho annuncia la valanga al 16': dribbling e tagli per Dossena che crossa teso, Storari salva su Cavani. Ma è il preludio alla Sinfonia. Al 20' azione avvolgente a destra, cross morbido di Maggio, stacco imperioso di Cavani: 1-0. Al 22' Pocho fa tutto da solo: destro potente, Storari ci arriva. Il Napoli è un carrarmato.
Al 25' annullato un gol alla Juve per carica su De Sanctis. E al 27' il secondo boato. Cross di Dossena da sinistra e ancora Cavani vola di testa nell'arcobaleno della felicità: 2-0. Napoli padrone, Juve stesa. Al 37' potrebbe arrivare il terzo gol: sinistro in area di Dossena e Storari ci arriva con i piedi. Finisce il primo tempo.
Nel secondo tempo non molliamo di un centimetro. Napoli in piena. Al 3' De Sanctis caccia dalla porta un colpo di testa di Toni. E da lì andiamo a chiudere. Splendida ripartenza corale, toccano la palla tutti, poi Pocho allarga per Hamsik che crossa teso, Cavani plana di testa ed è lo spettacolo in HD: 3-0 per noi. Chiusa la storia. E la Signora evita il peggio quando Lavezzi spacca in due la difesa bianconera e tocca per Cavani che arriva un attimo lungo davanti a Storari. La Juve cade per la quarta volta consecutiva al San Paolo. Questa è la legge di Fuorigrotta, del Tempio Sacro della Passione. Voliamo nell'alto dei cieli, agganciati alle ali dell'Angelo azzurro. Edinson Energia. Tutti pazzi per il Matador!

Napoli-Juventus 3-0
Napoli: De Sanctis, Grava, Cannavaro, Campagnaro, Maggio, Gargano, Pazienza, Dossena (23' st Aronica), Hamsik (33' st Yebda), Lavezzi, Cavani (40' st Sosa). A disp. Iezzo, Cribari, Yebda, Zuniga, Dumitru. All. Mazzarri
Juventus: Storari, Grygera, Bonucci, Chiellini, Traorè (1' st Grosso), Krasic, Marchisio, Aquilani, Pepe (21' st Motta), Amauri (7' st Del Piero), Toni. A disp. Manninger, Legrottaglie, Giannetti, Giandomenico. All. Del Neri

Arbitro: Morganti di Ascoli
Marcatore: 20' pt Cavani, 27' pt Cavani, 9' st CavaniNote: ammoniti Traorè, Dossena, Hamsik, Maggio, Pepe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento