menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mazzarri: Abbiamo forza ed entusiasmo per dare battaglia a tutti

Napoli - "Non ci poniamo obiettivi, l'unica certezza è che daremo battaglia fino alla fine". La carica di Walter Mazzarri è un travaso di adrenalina che dà la scossa. Il tecnico azzurro nell'ultimo giorno a Folgaria, traccia un bilancio del ritiro...

"Non ci poniamo obiettivi, l'unica certezza è che daremo battaglia fino alla fine". La carica di Walter Mazzarri è un travaso di adrenalina che dà la scossa. Il tecnico azzurro nell'ultimo giorno a Folgaria, traccia un bilancio del ritiro e lancia con la solita grinta l'inizio di stagione.

Mister, che indicazioni ha tratto da questo precampionato?
"Molto positive, nel complesso è stato un ottimo ritiro, abbiamo lavorato intensamente ed i giocatori hanno sopportato bene i carichi di lavoro che di solito sono molto pesanti. Quindi sono soddisfatto sotto ogni punto di vista. La squadra ha risposto come mi aspettavo e i risultati si sono visti soprattutto nel primo tempo con il Cittadella dove i ragazzi sono riusciti in quello che è il mio intento: giocare ed imporre il nostro gioco".

Si sono visti anche alcuni baby della Primavera. Un segnale indicativo per la nuova politica societaria?
"Sì, la Società vuole puntare molto sui giovani e quest'anno abbiamo lavorato con 8-9 ragazzi che si sono distinti per impegno e qualità. Devo far loro un elogio perché sono cresciuti e maturati molto. Rappresentano una importante risorsa per il futuro del Club"

Come ha ritrovato i nazionali?
"Li ho visti bene, sono stati tutti molto bravi ed attenti a tenersi in forma. Li ho ritrovati belli tonici. Sicuramente giocheranno col Wolfsburg, così da accelerare il loro inserimento"

Qual è l'obiettivo del Napoli?
"Mi conoscete, non parlo mai di obiettivi. So che vogliamo far bene e so che punteremo come sempre ad una organizzazione di gioco, perché solo con quella si vincono le partite e si va avanti nel cammino. Testimonianza si è avuta anche dal Mondiale, allorquando i grandi campioni si sono messi al servizio del gruppo. Il risultato finale spetterà a noi determinarlo in base a come lavoreremo fisicamente e mentalmente"

Mister, dopo la cavalcata dello scorso anno, adesso Napoli sogna...
"E sono contento che possa sognare. Anche perché al mio arrivo ad Ottobre c'era poco da sognare. Stimolare l'entusiasmo e la fantasia della gente è motivo di soddisfazione da parte nostra, però io devo essere realista e pensare alla giornata. Dico solo che per noi ogni partita sarà una battaglia che vogliamo vincere. Di certo ci sono le solite quattro squadre che hanno più titolarità e favori del pronostico all'inizio, ovvero Inter, Roma, Milan e Juve. Penso che siano le più forti come organico e tradizione ma noi vogliamo essere allo stesso livello. Toccherà a noi acquisire le armi per arrivare quanto più in alto sarà possibile"

E tra poco arriverà Cavani...
"Sì, con lui ci ho parlato già un paio di volte e l'ho voluto fare per fargli capire che questa per lui è la squadra giusta dove venire. L'ho sentito entusiasta e felice. Verrà impiegato come attaccante, che è il ruolo che preferisce. Poi se sarà prima o seconda punta, cambierà poco. Cavani è voglioso ed entusiasta di legarsi al progetto Napoli"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento