menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100604062913_lazionapoli

20100604062913_lazionapoli

Calcio, XXI 'Citt di Cava de' Tirreni': primi verdetti

Cava de' Tirreni - E' tempo di primi verdetti alla XXI edizione del Torneo Internazionale di Calcio Giovanile "Città di Cava de' Tirreni". La terza giornata odierna, infatti, chiude la fase eliminatoria e delinea il quadro delle partecipanti alle...

E' tempo di primi verdetti alla XXI edizione del Torneo Internazionale di Calcio Giovanile "Città di Cava de' Tirreni". La terza giornata odierna, infatti, chiude la fase eliminatoria e delinea il quadro delle partecipanti alle semifinali, che sono in programma sabato 5 giugno per la categoria Allievi e domani, venerdì 4 giugno, per tutte le altre categorie.
Negli Allievi - Trofeo "D'Amico" exploit nel girone A della Cavese di mister Grottola, che battendo nel pomeriggio per 4-0 i bulgari del Lokomotiv Plovdiv ha chiuso al 1° posto, precedendo in classifica la Fiorentina di mister Gabbanini, ugualmente qualificata in semifinale, che non è andata oltre lo 0-0 contro il già eliminato Avellino. Nel girone B, invece, il Napoli allenato da Liguori deve battere la Rappr. FIGC Campania di mister Sironi per essere sicuro dell'approdo in semifinale, mentre la Lazio di mister Pizzoni può contare su 2 risultati su 3 nel match con la Salernitana del tecnico Imbimbo.
Le semifinali della categoria Allievi si disputeranno sabato 5 giugno (ore 17.00 / ore 18.30) allo stadio "Simonetta Lamberti" di Cava de' Tirreni (Sa).
Nella categoria Giovanissimi - Trofeo "Gino Avella" nel girone B si sono qualificate in semifinale l'Empoli di mister Pignatiello ed il Napoli allenato da Panico, che oggi hanno pareggiato 0-0. Nulla da fare per la Nocerina del tecnico De Bonis, bloccata sul risultato ad occhiali dalla Rappr. FIGC Salerno. Nel girone A, invece, già con un piede in semifinale la Cavese di Mauro Chianese.
Le semifinali dei Giovanissimi sono in programma venerdì 4 giugno (ore 17.30 / ore 18.45) allo stadio "Simonetta Lamberti" di Cava de' Tirreni.
Dopo le partite mattutine e del primo pomeriggio, si sono qualificate in semifinale nella categoria Esordienti - Trofeo "Pasqualino Lodato" il S. Nicola Cisterna ed il Picentia, che si affronteranno venerdì 4 giugno (ore 17.00 - Campo "A. Desiderio" di Pregiato). In semifinale anche la G. Di Maio tra i Pulcini - Trofeo "Marco Luciano".
Le finali delle varie categorie del "Città di Cava de' Tirreni" sono tutte in programma domenica 6 giugno allo stadio "Simonetta Lamberti" e saranno seguite dalle premiazioni e dalla Cerimonia di Chiusura (ore 20.30). Si ricorda che tutti i risultati sono consultabili in tempo reale sul nuovo sito web dell'evento (www.torneointernazionaledicava.it).
Ieri mattina, intanto, il XXI "Città di Cava de' Tirreni" ha vissuto un momento importante sul profilo umano e culturale con la visita guidata, organizzata dal Comitato Promotore, presso l'Abbazia della SS. Trinità di Cava de' Tirreni.
«Voi giovani siete la nostra speranza. Operate sempre per il bene dell'umanità». Con queste parole Mons. Benedetto Maria Chianetta, Padre Abate dell'Abbazia Benedettina, ha accolto i giovani atleti ed i dirigenti delle formazioni Allievi di Lazio, Fiorentina e Lokomotiv Plovdiv.

Per un'ora e mezza, i ragazzi partecipanti al "Trofeo D'Amico" hanno seguito con attenzione l'itinerario predisposto dalla responsabile, Anna Russo, che ha illustrato con dovizia di particolari le origini dell'Abbazia e dei suoi luoghi più suggestivi: dalla Cattedrale alla Grotta di Sant'Alferio, dalle antiche Cappelle con altari dell'XI secolo al Chiostro Romanico. E poi ancora, le Catacombe, il Cimitero Longobardo, le Sale Capitolari ed il Museo. L'Abbazia Benedettina, fondata nel 1011 da Sant'Alferio Pappacarbone ed elevata ad abbazia territoriale nel 1394, costituisce uno dei maggiori beni monumentali di interesse storico e culturale presenti sul territorio regionale.
Ai giovani ospiti il Padre Abate ha voluto donare le cartoline con gli antichi codici conservati nella prestigiosa Biblioteca della Badia, riconosciuta anche dal Ministero delle Attività Culturali del Governo nazionale, che accoglie 80mila volumi con numerosi incunaboli ed importanti cinquecentine ed oltre 12mila pergamene, la più antica delle quali risalente all'anno 792. L'incontro si è concluso con la benedizione dei gruppi e le foto di rito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento