menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100227062534_hamsik

20100227062534_hamsik

Hamsik: 'Io, Christian, l'Europa e...la cresta azzurra'

Castel Volturno - "Ci vorrà un grande Napoli, non vedo l'ora di giocare". Marek Hamsik è già sintonizzato su Napoli-Roma. Il centrocampista slovacco, sereno e concentrato, si racconta anche alla luce delle ultime evoluzioni professionali ed umane...

"Ci vorrà un grande Napoli, non vedo l'ora di giocare". Marek Hamsik è già sintonizzato su Napoli-Roma. Il centrocampista slovacco, sereno e concentrato, si racconta anche alla luce delle ultime evoluzioni professionali ed umane.

E' la prima conferenza di papà Marek. Quali sono le sensazioni un mese dopo Christian...
"Bellissime. Una emozione straordinaria, un figlio è una grande felicità. Io e Martina dormiamo con lui la notte, tutti e tre nel lettone e c'è tanta gioia in famiglia. Io sono un ragazzo tranquillo, ho sempre amato la famiglia e dopo l'allenamento trascorro il tempo con la mia compagna e con Christian. Ho già imparato a cambiare i pannolini..."

Marek, è ora di dedicargli un gol. Hai già preparato un'esultanza?
"No. A Christian ho già dedicato un tatuaggio che porto sul corpo".

Magari sarebbe bello farlo vedere con la Roma...
"Sicuramente per noi è una partita importante. E' un grande match contro una squadra fortissima che lotta per lo scudetto. Da due anni ci battono al San Paolo e speriamo di invertire la tendenza".

Contro la Roma hai segnato all'Olimpico, ma mai al San Paolo. Ci hai pensato?
"No, in assoluto a me non interessa il gol ma che il Napoli vinca. Stiamo bene e ci vorrà una grande prestazione. Stiamo giocando bene ma non abbiamo raccolto quello che meritavamo. Abbiamo colpito pali, traverse, la fortuna non ci assiste molto, però sono ottimista, perché la squadra si esprime alla grande. Anche Mazzarri è soddisfatto e sono convinto che il tempo ci premierà".

Nella Roma c'è un giocatore che tu ammiri tantissimo...
"Sì, De Rossi. Credo sia uno dei centrocampisti più forti del mondo. Sa attaccare, difendere e segnare. E poi è un simbolo di una città".

A proposito di simbolo: Napoli vorrebbe che tu fossi una bandiera. E' nei tuoi progetti?
"Sì, a Napoli sto alla grande. Spero di rinnovare presto il contratto. Amo questa città: se mi propongono un accordo anche di 15 anni lo firmo subito".

Marek, ci credete all'Europa?
"Sì, è il nostro obiettivo. Siamo lì, nel gruppo delle prime e vogliamo rimanere attaccati fino alla fine per giocarci la volata. Questa è una squadra che ha valori e lotteremo per tutta la stagione".

Per la qualificazione della Slovacchia ai Mondiali ti sei rasati a zero, per un eventuale traguardo del Napoli cosa farai?
"Mi coloro la cresta di azzurro"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento