menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100216144605_Gomez

20100216144605_Gomez

I Meeting Internazionale di biliardo sportivo: tre napoletani medagliati

Napoli - Naturalmente antidoping, poiché la sua natura si esalta nella calma; pacifista, perché favorisce l'aggregazione e il confronto con il proprio avversario; concreto, il suo obiettivo è raggiungere il tiro perfetto, frutto di anni di studio...

Naturalmente antidoping, poiché la sua natura si esalta nella calma; pacifista, perché favorisce l'aggregazione e il confronto con il proprio avversario; concreto, il suo obiettivo è raggiungere il tiro perfetto, frutto di anni di studio e di concentrazione.
Il biliardo sportivo all'italiana è un concentrato di sane virtù e benefiche azioni sull'equilibrio psico-fisico, oltre che l'insegnante di supporto ideale per chiunque abbia bisogno di digerire meglio la matematica, la fisica e la geometria.
Per questo è considerato uno degli sport che è maggiormente indicato nella crescita e nell'educazione dei giovanissimi. Non a caso, il 1° Meeting Internazionale di biliardo è stato ufficialmente aperto sabato 13 febbraio con il Torneo Juniores. Quattro i ragazzi che si sono aggiudicati la presenza in finale, a cui se ne sono aggiunti altri 4 nel corso della giornata di domenica. La finalissima, a eliminazione diretta, ha visto come vincitore Giuseppe Cuomo di Napoli.
Questa la classifica finale Juniores:
I classificato: Giacomo Cuomo, Napoli
II classificato: Giovanni Forino, Napoli
III classificato: Camillo Gomez, Napoli
IV classificato: Alex Iacovolta, Cassino (Fr)
Ancora una volta quindi, si distingue la preparazione della scuola di biliardo di Napoli, capitanata dal pluri-campione mondiale argentino Nenè Gomez, che si aggiudica i primi tre posti.
Quando il biliardo "fa scuola"
Attacco, difesa e tanta strategia per non lasciare la propria debolezza all'avversario. Prodotto al 100 per cento "made in Italy", il biliardo all'italiana è un gioco dove la vittoria si costruisce mossa dopo mossa. E' un po' come il gioco degli scacchi, che da anni vengono insegnati nelle scuole in Russia, proprio per merito della capacità di insegnare la strategia e la pianificazione delle azioni.
Anche in Italia, in alcune scuole del nord, il biliardo ha preso il suo posto in cattedra, quale disciplina sportiva e di supporto nell'insegnamento della fisica, matematica e geometria. I "5 birilli", il nostro gioco all'italiana, è stato ufficialmente introdotto nelle scuole superiori della Lombardia tramite il Provveditorato agli studi.
Pietro Croci, consigliere nazionale FIBIS e responsabile della scuola istruttori nazionale, ha creato un centro sportivo a Formia che ogni anno ospita i ragazzi in campus della durata di due settimane.
Non solo, ma il suo forte ruolo nel sociale si è concretizzato in un'iniziativa denominata "La scuola biliardo quale strumento di recupero e reintegrazione sociale", che si è concretizzato a Rebibbia (Roma) nell'Istituto a Custodia Attenuata per il Trattamento delle Tossicodipendenze (ICATT), nell'ambito del Progetto Pedagogico per il recupero e la reintegrazione dei detenuti.
La scuola di biliardo, ideata da Diego Solito, presidente del Centro Sportivo Biliardo Roma, affiliato CONI-FIBIS, ha così sviluppato e confermato la tesi secondo la quale questa specialità crea una passione così intensa da provocare una dipendenza positiva nei giovani, che spesso vengono reintegrati anche dal punto di vista lavorativo. Nel 2008, su 30 detenuti, 26 si sono iscritti a una società sportiva di biliardo.
Ma il fatto curioso riguarda una sorta di sana rivalità che si è instaurata all'interno del carcere. A Rebibbia infatti, i tornei si avvicendano tra guardie e detenuti, una sorta di sfida tra "guardie e ladri", che aiuta sicuramente a sentirsi meno differenti, dando l'opportunità di "aprirsi all'uomo".
Il programma a partire da oggi, 15 febbraio
15-28 febbraio: Internazionali open d'Italia Viterbo 2010 - stecca 5 birilli (512 partecipanti).
Entrano nel vivo gli internazionali open stecca 5 birilli. Sono attesi per oggi quattro professionisti di eccellenza che hanno reso grande il biliardo all'italiana nel mondo.
Riccardo Belluta, nato a Messina ma milanese di adozione, ex campione europeo;
Gerardo Mascolo, 2 volte vice campione del mondo;
Giovanni Triunfo, foggiano, campione italiano in carica;
Fioravante Vecchione, nazionale Pro
20-21 febbraio: campionato a squadre serie A - stecca 5-9 birilli - III - IV giornata (6 squadre da 12 giocatori)
27-28 febbraio: Campionato italiano cat. Nazionali Femminile - III prova (16 partecipanti).
Per seguire le gare: spettatori dalle 15 alle 24 tutti i giorni, spazio riservato ai giornalisti, confermare la partecipazione. Telefono: 392.1047476

Per approfondimenti:

Sito ufficiale Federazione italiana biliardo sportivo (Fibis)
www.fibis.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento