menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100106053244_mazzarri

20100106053244_mazzarri

Calcio, Walter Mazzarri: 'A Bergamo la prima finale del 2010'

(Castelvolturno) Seduta pomeridiana ieri per il Napoli a Castelvolturno. Ultime rifiniture per il match di oggi contro l'Atalanta, penultima giornata d'andata di Serie A. Allenamento di rifinitura e partitella a campo ridotto. Contini ha fatto...

(Castelvolturno) Seduta pomeridiana ieri per il Napoli a Castelvolturno. Ultime rifiniture per il match di oggi contro l'Atalanta, penultima giornata d'andata di Serie A. Allenamento di rifinitura e partitella a campo ridotto. Contini ha fatto lavoro differenziato per la fascite al piede destro e non giocherà a Bergamo.
Erano presenti: De Sanctis, Iezzo, Aronica, Campagnaro, Grava, Rinaudo, Rullo, Zuniga, Maiello, Cigarini, Datolo, Gargano, Hamsik, Maggio, Pazienza, Denis, Hoffer, Lavezzi, Quagliarella. Aggregato anche il giovane della Primavera, Raffaele Maiello, classe 91.
Intanto l'allenatore Walter Mazzarri ha spiegato la sua strategia pre-partita in conferenza stampa. "Sarà una partita importantissima, un'altra finale". Il tecnico azzurro è minuzioso e preciso non solo nella preparazione della gara ma nella spiegazione della chiave del match di Bergamo.

Mister, si apre l'anno su un campo storicamente durissimo...
"E' una partita difficile e complicata al di là della tradizione. L'Atalanta ha buoni giocatori ed un tecnico quale Antonio Conte che fa giocare benissimo le proprie squadre. Inoltre avranno una grande carica emotiva per uscire dal momento delicato e questo moltiplicherà le loro forze. Noi cercheremo di mettere in campo i nostri meccanismi tecnici e tattici con grande attenzione alle contrapposizioni dei singoli uomini. Queste sono partite che si rivelano battaglie agonistiche e noi dobbiamo farci trovare pronti sia sotto il profilo fisico che quello mentale".

Bergamo è un altro tabù che l'Era Mazzarri deve sfatare...
"Non ci voglio pensare ai tabù e alla statistica negativa. Ogni anno ha la sua storia, ogni allenatore ha le sue squadre. Io penso solo al campo, al presente e dico solo che chiedo ai ragazzi massima concentrazione. In questi giorni ci siamo allenati bene, abbiamo fatto richiami generali curando anche la qualità organica dei singoli. E' chiaro che la sosta può riservare incognite sempre, ma spero che il campo mi dia le stesse risposte che ho avuto nel finale dell'anno scorso".

Come stanno Lavezzi e Datolo?
"Benissimo. Sono arrivati dalle vacanze per ultimi perché avevano avuto impegni con la Nazionale, ma entrambi in Argentina hanno seguito una tabella di allenamenti che aveva stilato per loro il preparatore Pondrelli. Lavezzi addirittura è tornato con un chilo in meno, testimonianza che ha lavorato bene".

L'obiettivo è cominciare il 2010 sulla scia del finale del 2009...
"Voi lo sapete, io non guardo mai troppo avanti. Avremo due partite in pochi giorni. Ma adesso conta solo l'Atalanta. Per noi è un'altra finale. Poi guarderemo alla Sampdoria. Mi aspetto dal Napoli un salto di qualità perché da ora in poi i punti valgono di più. Tutte le squadre vorranno dare il massimo e sarà una battaglia su ogni campo. Io ai ragazzi chiedo la prestazione. Spesso li martello per tenere alta la tensione, loro sanno che voglio uomini pronti agonisticamente e fisicamente. Ho 18 titolari e chi va in campo deve dare il massimo. Questa è l'unica strada per crescere"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento