menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basket, Mediocasa: cuore oltre l'ostacolo: espugnata Cagliari in rimonta

(Giugliano) Soffre per tutta la partita, il Mediocasa a Cagliari, ma con un ultimo quarto sensazionale scaccia i fantasmi della sconfitta e coglie due punti che nell'economia dell'intero campionato potrebbero rivelarsi pesantissimi.La settimana...

(Giugliano) Soffre per tutta la partita, il Mediocasa a Cagliari, ma con un ultimo quarto sensazionale scaccia i fantasmi della sconfitta e coglie due punti che nell'economia dell'intero campionato potrebbero rivelarsi pesantissimi.
La settimana giuglianese infatti era stata tutt'altro che tranquilla: infortuni ed influenze hanno reso la vita difficile a Lamberti, che non ha potuto avere praticamente mai l'intero roster a disposizione in allenamento. Ed il dazio alla malasorte viene pagato anche al momento della partenza: restano infatti a casa Bonanno e Longo, entrambi messi k.o. dall'influenza, mentre Caloia, Ferrante e Rusciano non partono in buone condizioni, ed il lungo viaggio verso l'isola sarda non facilita il compito.
Convocati in extremis Leone e Cipriano, giovani di belle speranze provenienti dalla Juve Caserta per il campionato under 21, e sempre pronti a dare man forte alla prima squadra in allenamento: per loro esordio in campo solo rinviato, il tempo sarà dalla loro parte.
Andiamo al match: avvio contratto ed equilibrato, con le difese a farla da padrone. Tra i cagliaritani si mette subito in mostra il centro De Feo, che batte Rusciano nell'uno contro uno e ne mette 9 nel primo quarto; sul fronte giuglianese rispondono Ferrante (5) e Caiazzo (4), quest'ultimo schierato play titolare e chiamato a riscattare un avvio di campionato non brillante. Alla prima sirena si va sul 14 pari, e l'avvio di secondo parziale sembra arridere ai gialloblu: Rusciano mette a segno un gran gioco da 3, Mastio prova a rispondere con due canestri, ma per Giugliano segnano Ferrante, Morra, Cusitore e Caiazzo: +7, sul 25-18.
Poi un improvviso quanto tremendo blackout: il Mediocasa sembra uscire dal parquet per lasciare spazio a delle mediocri controfigure, in attacco si sbaglia tutto lo sbagliabile, in difesa si regalano tiri facili alla Trony, che colpisce a ripetizione dalla lunga distanza con Peretti e Mangiapane, poi De Feo si veste da showman e infila a canestro ogni cosa gli passi tra le mani. Cagliari scappa via, Giugliano è all'angolo, Lamberti mette in campo tutta la sua esperienza nei time-out per tranquillizzare i suoi e tenerli in partita, ma all'intervallo lungo è 39-29 per l'Olimpia.
Arriva l'agognato riposo, ma il Giugliano che esce dagli spogliatoi non sembra ancora la squadra capace di imporsi con autorità sui campi di Ciampino ed Aprilia.
Sull'altro versante, la Trony non dà mai l'impressione di saper chiudere la partita, pur trovando la mano calda da fuori, e quello che ne viene fuori è un terzo quarto favorevole agli ospiti di un solo punto, con Caiazzo mattatore che 13 dei 15 punti gialloblu, affiancato solo dai due liberi di Chiavazzo.
Il quarto parziale inizia sul 53-44 e vede subito il Mediocasa accorciare con un ottimo Cusitore e con la bomba di Ferrante, oggi anche in versione assistman. Cagliari sembra incapace di controllare la reazione napoletana, Giugliano viceversa sembra trasformata e non sbaglia quasi più nulla: in cattedra sale la vecchia guardia, con Morra che difende alla grande sui possessi decisivi, capitan Cusitore che mette a segno due giochi da 3 mettendone 12 a referto nel solo ultimo quarto, e Caiazzo che cancella ogni dubbio sulle sue precedenti prestazioni gestendo bene i palloni caldi e subendo falli su falli, per poi realizzare con estrema lucidità tutti i liberi - ben 10 - conquistati.
Cagliari è costretta ad alzare bandiera bianca, Chiavazzo segna l'ultimo canestro su azione, chiude il capitano con un 2 su 2 dalla lunetta. Vince il Mediocasa, superando le tante difficoltà emerse e portandosi ad 8 punti in classifica.
La vittoria del collettivo, capace di fare a meno di due giocatori chiave come Bonanno e Longo.
La vittoria di Lamberti, perfetto a tenere sempre in linea di galleggiamento i suoi anche quando la situazione sembrava poter precipitare.
La vittoria del Mediocasa, che continua il suo percorso in alta quota senza timor di vertigine, ed anzi con la voglia di andare ancora più in alto, guadagnandosi partita dopo partita la possibilità di sognare. Prossimo appuntamento, domenica al palacasacelle dove è attesa la Smit Roma Centro, superata dagli altri cagliaritani della Scuola Basket: sarà un'altra battaglia, ed il pubblico dovrà essere l'uomo in più.
La differita di Olimpia Cagliari - Giugliano andrà in onda martedì alle ore 21:30 su Tele Club Italia.

Trony Olimpia Cagliari 62
Manca, Peretti 6, Mastio 14, Schiffini, Mangiapane 9, Passa 9, Caddeo, Biggio, Ganga 3, De Feo 21.
All. Corsi, Vice All. Magiera
Mediocasa Basket Club Giugliano 71
Leone n.e., Caloia, Morra 3, Cusitore 15, Caiazzo 29, Ferrante 10, Rusciano 7, Riccio, Chiavazzo 7, Cipriano n.e.
All. Lamberti, Vice All. Caprio

Parziali: 14-14, 39-29; 53-44, 62-71.
Arbitri: Venturi di Casalecchio, Cossu di Noceto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento