menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boxe, Marzia Davide medaglia di bronzo ai VII EUBC

(Nikolaev (Ucraina)) Nessun lieto fine per il Team Azzurro a Nikolaev in Ucraina, dove si è conclusa la settima edizione dei Campionati Europei Femminili, a cui hanno partecipato 113 atlete in rappresentanza di 24 paesi.Nel primo appuntamento...

(Nikolaev (Ucraina)) Nessun lieto fine per il Team Azzurro a Nikolaev in Ucraina, dove si è conclusa la settima edizione dei Campionati Europei Femminili, a cui hanno partecipato 113 atlete in rappresentanza di 24 paesi.Nel primo appuntamento ufficiale dei guantoni rosa olimpici, proiettati verso Londra 2012, dopo la ratifica del Comitato Olimpico Internazionale relativa all'ammissione del pugilato femminile alle Olimpiadi, il tricolore è uscito di scena con la medaglia di bronzo di Marzia Davide.
Partita con cinque speranze azzurre, Valeria De Francesco (46 Kg.), Valeria Calabrese (48 Kg.), Romina Marenda (60 Kg.), Patrizia Pilo (75 Kg.) e Marzia Davide (57 Kg.), l'Italia ha dovuto cedere all'esperienza di molte delle nazioni partecipanti, prima fra tutte la Russia che ha collezionato ben quattro medaglie d'oro. La più sofferta per il tricolore è stata quella conquistata da Sofya Ochigava nei 57 Kg., categoria che ha visto all'opera l'azzurra vicecampionessa dell'Unione Europea, rientrata sul ring dopo un lungo periodo di assenza per maternità. Marzia Davide, di Pontecagnano, in provincia di Salerno, classe '80, sposata e con un figlio di quasi quattro anni, appartenente all'Associazione Sportiva Sporting Center, medaglia d'argento ai Campionati Mondiali del 2002, campionessa europea nel 2003 e 2004 e campionessa italiana nel 2002, 2004, 2005 e 2007, ha disputato una semifinale decisamente inaspettata. Dopo aver battuto nei quarti di finale la norvegese Ingrid Egner per 1 a 0, nella corsa all'oro è stata fermata dalla forte russa Ochigava, che ha vinto l'incontro per abbandono dell'azzurra. "Un match a senso unico" a detta dei tecnici Cesare Frontaloni, Responsabile della Squadra Azzurra Femminile, e Michele Cirillo, del Centro Sportivo Esercito, che ha visto in difficoltà l'italiana, dopo una prima ripresa equilibrata, finita però con il punteggio di 0 a 0. L'incontro si è concluso all'inizio della seconda ripresa quando la Davide, dopo un'ammonizione ingiustificata, a detta dei presenti, da parte dell'arbitro turco ha deciso di ritirarsi.
Un'occasione mancata per la protagonista di uno dei due "exhibition matches" svoltisi al Mediolanum Forum di Assago, lo scorso 12 settembre, in occasione delle finali dei XV AIBA World Boxing Championships Milan 2009. Sul quadrato milanese Marzia ha avuto la meglio sull'indiana Usha Nagisetty, classe '84, di Andhra, appartenente alla Sports Training Centre in Visakhapatnam, campionessa asiatica nel 2008 e due volte medaglia d'argento ai Campionati Mondiali del 2006 e del 2008.

A salire sul podio più alto nei 57 Kg. è stata Sofya Ochigava, che ha battuto l'atleta di casa Julia Tsyplakova per 14 a 0.
Per info e risultati www.eubc-boxing.eu

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento