menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La squadra e la società del Caiazzo Calcio

La squadra e la società del Caiazzo Calcio

Arbitro aggredito e minacciato, maxi squalifica per allenatore e dirigente

Alla società anche una multa di 400 euro: sostenitori entrati nello spogliatoio del direttore di gara

Quello che ancora oggi accade sui campi di calcio ha dell'assurdo. Una semplice gara di Seconda categoria con un arbitro giovanissimo che viene minacciato e ingiuriato semplicemente perché magari non ha fischiato un fallo o non ha concesso un rigore. Un modo di fare incredibile contro un ragazzo senza il quale la partita di calcio non potrebbe nemmeno iniziare. Questa volta a subire una clamorosa stangata dal Giudice sportivo della Figc Campania è il Caiazzo 2018, che si ritrova con 400 euro di multa, la squalifica di oltre sei mesi di un dirigente e per tutta la stagione dell'allenatore. Ecco quanto ha riferito il Giudice sportivo: "Sostenitori del Caiazzo durante la gara facevano esplodere 4 petardi. Inoltre per omessa vigilanza propri sostenitori entravano sul terreno di gioco ed uno di essi con fare minaccioso e violento entrava nello spogliatoio del direttore di gara ingiuriando lo stesso". 

Il primo dirigente Giovanni Sgueglia è stato inibito fino al 31 luglio 2020 perché "con comportamento sleale, scorretto, antisportivo, aggravato dal ruolo rivestito, come relazionato dal Commissario di Campo, a fine gara con la squadra ospitata ancora sul terreno di gioco per festeggiare, apriva il cancello permettendo ad alcuni sostenitori della società di entrare, tra i quali uno si portava con aria minacciosa e con fare violento nello spogliatoio del direttore di gara ed ingiuriava pesantemente lo stesso". 

Mister Saverio Di Rienzo, sempre del Caiazzo, invece squalificato fino al 31 maggio 2020 perché "con comportamento sleale, scorretto, antisportivo, aggravato dal ruolo rivestito, non in distinta di gara ma riconosciuto direttamente dal direttore di gara unitamente a 2 sostenitori della Società ASD Caiazzo 2018, irrompeva nello spogliatoio del direttore di gara e con fare, parole aggressive e minacciose accusava il direttore di gara di mala fede e lo ingiuriava con espressioni volgari; il tutto terminava per il fattivo intervento del Commissario di Campo che allontanava sia il De Rienzo che gli altri due sostenitori". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento