menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Juve chiama Roma risponde, al tappeto la Fiorentina. Garcia: Ho visto una Roma sicura di se'

(Roma) La Roma di Garcia manda un messaggio alla Juventus mettendo al tappeto la Fiorentina con le reti di Nainggolan e Gervinho. Almeno quattro sono state le occasioni d'oro per i giallorossi, arrivati ad un niente dal gol, con la Fiorentina...

(Roma) La Roma di Garcia manda un messaggio alla Juventus mettendo al tappeto la Fiorentina con le reti di Nainggolan e Gervinho. Almeno quattro sono state le occasioni d'oro per i giallorossi, arrivati ad un niente dal gol, con la Fiorentina assente dal campo per tutto il primo tempo ed in grado di mettere sotto pressione Totti e soci soltanto nell'ultimo quarto d'ora.
"Questa sera quello che conta è il gioco sviluppato dalla squadra durante il primo tempo: la Fiorentina è infatti una squadra che si basa sul possesso palla, che invece nel primo tempo avevamo in mano noi.Nella prima ora siamo stati alti e aggressivi, per fortuna poi abbiamo avuto un grande De Sanctis che ha aiutato la squadra a restare in partita salvando il risultato. Questa sera avevo chiesto pazienza, soprattutto contro una squadra che gioca con il "rombo" come la Fiorentina. In tutte le passate partire amichevoli non ho mai visto una Roma così sicura di sé e con una così buona gestione della palla come nella prima ora di gioco questa sera. Manolas? Ha saputo subito adattarsi al nostro gioco, allo stesso modo di Astori. Anche i nostri tifosi hanno sofferto, perché hanno visto che era dura vincere questa partita, ma è proprio in momenti come questi che abbiamo bisogno di loro: se ci incitano così ci danno più forza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Positivi a scuola, due plessi chiusi per la sanificazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento