menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
082813_capodrise_sportyamo_240714

082813_capodrise_sportyamo_240714

'Sportyamo' a Capodrise fa il pieno di pubblico e di divertimento

Capodrise - Se il successo di un evento si misura dal numero dei partecipanti, dal loro entusiasmo, dalla qualità delle performance (in questo caso, sia sportive che artistiche) possiamo affermare, senza tema di smentita, che la prima edizione di...

Se il successo di un evento si misura dal numero dei partecipanti, dal loro entusiasmo, dalla qualità delle performance (in questo caso, sia sportive che artistiche) possiamo affermare, senza tema di smentita, che la prima edizione di "Sportyamo" a Capodrise ha colto nel segno. Il 24 luglio sera, piazza Giotto e via Dante a malapena contenevano le centinaia e centinaia di persone accorse per vivere una manifestazione che ha saputo coniugare l'amore per sport e di sano divertimento. «La macchina organizzativa ha funzionato alla perfezione, il meteo è stato clemente, a fine serata la gente era felice e noi non possiamo che essere soddisfatti», afferma Emanuele Tartaglione, ideatore, insieme con Francesco Rossano e Antonio Brillantino, dell'evento. «Ringrazio il Centro studi "De Gasperi" e lo chalet "New world" e - aggiunge Tartaglione -, il cui contributo è stato fondamentale, e i tanti amici, come Riziero Laurenza, Venera Rossano e molti altri, che ci hanno dato una grossa mano curando aspetti specifici dell'organizzazione». «Lo sport - commenta la coordinatrice del "De Gasperi" Pasqualina Sica - è uno straordinario strumento di partecipazione, di emancipazione e di coesione sociale. Il centro studi non è mai stato un luogo di confronto astratto, ma un osservatorio attivo su una città che invoca spazi, voglia di impegnarsi, momenti di crescita e di socializzazione». La "maratona" di "Sportyamo" è iniziata con le gare pugilistiche dei bambini della palestra "Fiamme ore" di Marcianise. A seguire, un'esibizione di boxe tailandese Muay Thai del Team Raffaele Vitale di Casapulla e una dell'arte marziale Ju Jitsu a cura dell'Asd "Marcianise Fight Team". Da piazza Giotto l'attenzione del pubblico si è poi spostata sul palco montato in via Dante, attirata dalle eleganti evoluzioni del corpo degli allievi e delle allieve della ballerina e coreografa Stefania Fiorenza, che hanno messo in scena un vero e proprio balletto di danza moderna. Ma il momento più atteso era rappresentato dalle gare di box: sul ring sono saliti gladiatori e amazzoni della "noble art" provenienti da diverse regioni d'Italia, tra i quali non potevano, certo, mancare gli atleti dell'Excelsior Boxe di Marcianise, allenati dal grande maestro Domenico Brillantino e presieduta da Alessandro Tartaglione. «Per un giorno, l'Excelsior Boxe è ritornata nel luogo in cui è nata, Capodrise, 37 anni fa», ha rivelato Brillantino. Tra i tanti ospiti della cerimonia di premiazione, condotta dalla bella e brava Mena Letizia, il sindaco della città, Angelo Crescente, l'assessore ai lavori pubblici Gaetano Argenziano, i consiglieri comunali Antonio De Filippo e Michele Di Paolo. Si sono intravisti anche il presidente del consiglio comunale Vincenzo Negro, l'assessore Antonio Belfiore e il consigliere comunale Angelo Maietta. Tra gli stand espositivi, una presenza d'eccezione, quella del "Tatanka club", centro di benessere e di cultura fisica del campione olimpico Clemente Russo e della moglie Laura Maddaloni. Clemente e Laura hanno subito sposare l'iniziativa, che godeva, tra l'altro, del patrocinio del Comune di Capodrise.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento