Sport

Un gol per tempo bastano al Marcianise per archiviare la pratica Manfredonia

Marcianise - Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Il Marcianise chiamato a riscattare la deludente debacle di Vico Equense, con un goal per tempo ha battuto per 2 a 0 l'ostico Manfredonia tra le mura amiche dello stadio 'Progreditur'. Foglia...

075837_citro_iaderasta

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Il Marcianise chiamato a riscattare la deludente debacle di Vico Equense, con un goal per tempo ha battuto per 2 a 0 l'ostico Manfredonia tra le mura amiche dello stadio 'Progreditur'. Foglia Manzillo sa che non si possono commettere altri passi falsi se si vuole mantenere saldo il primato in classifica ed anche per questo si affida alla formazione tipo.Consueto 3-5-2 dunque e seguente undici scelto dal tecnico posillipino: Imbimbo tra i pali; difesa a tre composta dal terzetto Lagnena, Posillipo e Corduas; a centrocampo da destra a sinistra il rinconfermato Conte (al posto di lungodegente Ciano), D'Anna, Vitiello (che sostituisce Viola squalificato), Temponi e Verdone; davanti la coppia del gol, Citro-Iadaresta. Gli ospiti dopo l'exploit di Taranto arrivano a Marcianise carichissimi. Il tecnico Cinque manda in campo i suoi con un atteggiamento tattico molto offensivo (4-2-3-1) , affidandosi all'estro di La Porta che già aveva giustiziato i gialloverdi al 'Miramare' all'andata. Prima dell'inizio della gara omaggiato con un mazzo di fiori da parte dei tifosi l'amato ex D'Ambrosio, per anni faro del centrocampo del Real Marcianise. I sipontini partono bene padroni del centrocampo e pericolosi dalla distanza con Carminati e la Porta. Il Marcianise ci mette pochissimo a reagire e dopo appena 6' ecco il primo pericolo recato alla porta ospite. Iadaresta controlla bene un lancio di Lagnena e serve Citro in area, quest'ultimo si libera del suo dretto avversario e tutto solo davanti a Maggi, lascia partire un bolide che vede il prodigioso intervento dello stesso estremo difensore che per l'occasione si salva in calcio d'angolo. Sugli sviluppi di un corner, la palla arriva ancora a Iadaresta che si rende pericoloso ancora con un bel tiro di destro, sul quale Maggi complice l'aiuto della traversa riesce a deviare ancora in angolo. C'è solo una squadra in campo: il Marcianise. Conte (risulterà uno dei migliori in campo) è imprendibile sulla destra e dai sui piedi all'11' nasce un bell'assist per Citro che vede respingersi la conclusione a botta sicura da Corbo. La porta del Manfredonia sembra davvero stregata nemmeno un giro di lancette più tardi: ancora il folletto ex Messina pericoloso in area con la conclusione di quest'ultimo deviata in angolo da una bella parata di un superlativo Maggi. iL Manfredonia è ormai in balia dell'avversario. Al 14' gli ospiti si rendono pericolosi solo su calcio piazzato con il fantasista La Porta che conclude di poco alto sulla porta ben difesa da Imbimbo. Al 28' ancora pericoloso il Marcianise: bel lancio dalle retrovie di Lagnena con Iadaresta che stoppa in area e si gira in rovesciata, la palla esce di poco sul fondo con il pubblico che applaude l'attaccante per il bel gesto acrobatico. Cinque minuti più tardi La Porta spina nel fianco sulla sinistra serve un'ottima palla a Gentile che gira verso la porta ma il suo tiro è smorzato in maniera efficace da Posillipo che aiuta l'intervento di Imbimbo, la palla torna a La Porta che cerca la conclusione ed il tiro viene deviato in angolo. In chiusura di primo tempo e più precisamente al 47' ecco arrivare la svolta della gara: D'Anna non riesce a concludere in area, bravo Temponi a non fare uscire la palla sul fondo ripiegando verso Conte che mette un cross al bacio perfetto in area, dove Citro in stirata di destro gira rasoterra bucando Maggi. L'estremo difensore del Manfredonia anche stavolta ci mette la punta delle dita ma deve capitolare ed è il vantaggio gialloverde arrivato proprio sul fischio finale tant'è che l'arbitro fa battere la ripresa del gioco ma dopo pochi secondi fischia la fine della prima frazione di gioco. Al ritorno in campo ancora Marcianise protagonista con una superba discesa di Verdone ma il suo tiro cross sfiora la porta e non trova nessun compagno. Qualche minuto più tardi è ancora l'ex Sorrento protagonista ma senza trovare il gol. Ghiotta occasione per il mancino servito da Conte, davvero positivo l'ex Terracina, il cross teso trova solo Verdone ma il suo destro al volo si alza di poco sulla traversa. Al 54' è ancora super Marcianise: triangolazione d'alta scuola tra Temponi e Verdone con quest'ultimo che serve Citro in che in girata sfiora il raddoppio. Non c'è traccia del Manfredonia. I sipontini si fanno vedere dalle parti di Imbimbo al 55' solo grazie ad un brutto errore di Conte che regala palla agli ospiti ma Carminati calcia debolmente addosso ad Imbimbo che blocca a terra. Al 65' il Marcianise ha la palla per mettere in cassaforte il risultato: Temponi prima perde il tempo per un azione personale poi ha un'idea ottima scavalcando la difesa sipontina con un lob che trova D'Anna solo davanti a Maggi ma quest'ultimo spreca tutto incespicando e mettendo la palla sul fondo non riuscendo a trovare lo specchio della porta. Il raddoppio è questione di minuti: al 71' Citro lancia Iadaresta che dopo aver agganciato la sfera non ci pensa su un attimo, lasciando partire un gran tiro che lascia di stucco Maggi e che mette in ghiaccio la partita (2-0). Nel finale di gara la partita è viva ma nessuna occasione importante se non un tiro dalla distanza prima di Lagnena fuori misura e poi di Esposito per il Manfredonia comunque lontano dallo specchio della porta. Poi in area occasione per Casciani ribattuta da Corduas e per Allegretta nell'altra parte del campo, ma il neo entrato non mette la giusta forza alla girata sottoporta. Dopo quattro minuti di recupero, può partire la festa del 'Progreditur'. I giocatori insieme ai loro tifosi esultano per il ritorno al successo in una gara che si preannunciava davvero ostica e che solo un gran Marcianise ha saputo mettere in discesa. Con questi tre punti conquinstati i gialloverdi restano ancora i primi della classe del girone H seguiti a ruota da Matera e Taranto anch'esse vittoriose contro Brindisi e Bisceglie. Ora l'appuntamento è tra 15 giorni a San Giorgio contro la Mariano Keller visto che domenica il campionato osserverà un turno di riposo.

PROGREDITUR MARCIANISE: Imbimbo, Lagnena, Posillipo, Corduas, Conte M.I. (65' Tenneriello), Temponi, Vitiello, D'Anna, Verdone, Citro (90' Pagano), Iadaresta (83' Allegretta)In panchina: Palmiero, Rossetti, Gerardi, Piscitelli, Di Ronza, Fucci. All: Foglia Manzillo A.
MANFREDONIA: Maggi, Quitadamo (65' Casciani), Monti (87' Compierchio), Corbo, Esposito, Coccia, Romito, Gentile, Carminati, Del Prete (69' D'Ambrosio), La Porta. In panchina: De Gennaro, Manzella, Balestrieri, Totaro, Stoppiello, De Rita. All: Cinque F.
Arbitro: Mei di Pesaro Assistenti: Franchitto di Cassino e Dell'Uninversità di ApriliaNOTE: Ammoniti Del Prete ed Esposito per il Manfredonia; Conte M.I. e Posillipo per il Marcianise

RETI: 47' p.t. Citro (PM), 71' Iadaresta (PM)
Spettatori: 400 con 30 ospiti circa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un gol per tempo bastano al Marcianise per archiviare la pratica Manfredonia

CasertaNews è in caricamento