Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Lutto nel mondo della boxe: muore il decano dei maestri Salvatore Bizzarro

Marcianise - Si è spento all'età di 82 anni, presso l'Ospedale di Marcianise dove era stato ricoverato nei giorni scorsi, il decano dei maestri del pugilato marcianisano Salvatore Bizzarro. Bizzarro è stato capostipite di tanti pugili e ispiratore...

075716_salvatore_bizzarro_ftv

Si è spento all'età di 82 anni, presso l'Ospedale di Marcianise dove era stato ricoverato nei giorni scorsi, il decano dei maestri del pugilato marcianisano Salvatore Bizzarro. Bizzarro è stato capostipite di tanti pugili e ispiratore degli altri maestri della gloriosa scuola pugilistica marciansiana. Lo stesso maestro Mimmo Brillantino della Excelsior Boxe è stato un suo allievo così come fu un suo successo il primo dei campioni del mondo di Marcianise, Tommaso Russo. Bizzarro raccolse l'eredità del professore De Cesare che aveva portato la boxe a Marcianise già negli anni '30. Nel 1954 la S.E.F., la prima società pugilistica marcianisana in cui allenava De Cesare, si trasferì dai locali del palazzo Foglia (in via Marchesiello), in Via De Felice, nei locali dell'E.C.A., e prese il nome di "Pietro Zinzi". Poco tempo dopo il maestro De Cesare lasciò Marcianise e i suoi allievi, in mancanza di strutture, continuarono ad allenarsi alla meglio nelle loro abitazioni; uno di questi, Salvatore Bizzarro, che aveva all'epoca 24 anni, sposato con figli, assunse il ruolo di insegnante e continuò l'opera del suo maestro, in Via Lener. A quel periodo risalgono i primi successi dei pugili del dopoguerra, infatti i buoni risultati dei fratelli Piccolo, dei fratelli Colletta, di Negro, di Mezzacapo, di Moretta, di Colella (Natuccio), ed altri come Mimmo Brillantino, maestro dell'attuale Excelsior Boxe.

Per oltre 25 anni l'unica espressione del pugilato a Marcianise è stato il maestro Salvatore Bizzarro con la sua "P. Zinzi". Fu nel 1978 che una nuova società pugilistica mosse i primi passi nella zona, la Excelsior Boxe Capodrise, che si trasferì in seguito a Marcianise, nel 1984, al tempo del trionfo di Angelo Musone alle Olimpiadi di Los Angeles , e accolta nella palestra Mazzini. La leale e sportiva rivalità fra i due sodalizi ha fatto il grande miracolo: ha spinto istruttori e pugili ad impegnarsi sempre di più, per superarsi col conseguente arricchimento del patrimonio tecnico, già esistente. Così iniziarono a fioccare i primi grandi risultati in competizioni nazionali ed internazionali, dall'una e dall'altra parte. Nella Zinzi si affermarono i fratelli Pasquale ed Antonio Maltempo, i fratelli Angelo e Lino Bizzarro, e tanti altri fino al grande successo di Tommaso Russo che conquistò il mondiale a Sidney nel 1991 nella categoria dei pesi medi.
Lunedì 10 dicembre alle 11.00, la salma giungerà dal nosocomio nella chiesa di San Simeone, mentre il rito funebre si celebrerà alle ore 15.00. Il maestro Bizzarro lascia la moglie Anna Di Bonito , i figli Mariagrazia, Giuseppina e Lino, il fratello Giuseppe, le sorelle Mariarosaria e Teresa, i generi, le nuore e i nipoti. Solo due anni fa il maestro Bizzarro aveva dovuto sopportare lo strazio di perdere un figlio per un male incurabile all'età di soli 53 anni, Angelo, anch'egli con un passato da pugile e maestro di boxe.Unanime il cordoglio da parte del mondo dello sport cittadino. Commosso il ricordo del maestro Brillantino: "E' stato un capostipite ed ha fatto si che il pugilato di Marcianise diventasse uno sport popolare nella nostra città. Io stesso sono stato un suo allievo". Alessandro Tartaglione, presidente della Excelsior Boxe: "Un uomo che ha dato tantissimo al pugilato della nostra città. L'ho conosciuto quando io ero piccolissimo e lui un maestro affermato. Ho avuto modo di confrontarmi con lui anche nella mia esperienza di assessore quando organizzammo "Terra di Pugili" e fu premiato come decano dei maestri marciansiani, assieme a Brillantino e Munno. Con lui se ne va un pezzo rilevante dello sport cittadino". Saluto speciale da parte del campione del mondo Domenico "Mirko" Valentino che ieri sera gli ha dedicato la sua vittoria alle World Series of Boxing disputatesi a Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto nel mondo della boxe: muore il decano dei maestri Salvatore Bizzarro

CasertaNews è in caricamento