social Aversa

Yari Cecere porta Aversa al Festival di Venezia

Dalla classifica di Forbes al Festival di Venezia: Nunzio Yari Cecere continua ad essere sulla cresta dell’onda.

Nel 2019 il giovane casertano, originario di Aversa, fu inserito nella classifica della categoria “Manufacturing&Industry” Under 30 Europe. Laureato alla LUISS, presso il dipartimento di impresa e management, e specializzato alla Bocconi di Milano in marketing immobiliare nel percorso Real Estate, Nunzio Yari Cecere, secondo l’articolo della apparso sulla prestigiosa rivista di economia, stava “rivoluzionando il mondo del real estate con ‘Cecere Management’, una holding attiva nello sviluppo di alloggi efficienti dal punto di vista energetico e sostenibile”. Cecere ha costruito le sue prime 100 unità prima che compisse 24 anni.

Oggi quel percorso continua e, soprattuto, c’è ancora grande attenzione per i suoi progetti. Al punto da essere stato invitato al Festival di Venezia 2021. Negli ultimi mesi ho iniziato un percorso visto da molti come “singolare” - ha spiegato Cecere che oggi ha 27 anni - Ho cominciato a presenziare ai Festival del Cinema per portare il messaggio e la mission della Holding che rappresento. La spiegazione è semplice. Il cinema da sempre quando non fa sognare, piangere o ridere, fa riflettere. E adesso noi abbiamo l’urgenza di riflettere su quale futuro vogliamo puntare. Il futuro deve necessariamente essere green e sostenibile e c’è un cinema, con il quale sto flirtando da tempo, che ha attirato la mia attenzione. È il cinema delle nuove generazioni che sta sperimentando nuovi linguaggi, messaggi e modelli produttivi e ha voglia di innovare in maniera responsabile. Questo cinema mi ha chiamato e, semplicemente, ho risposto “sì” perché insieme possiamo portare avanti una piccolo capovolgimento culturale. Intanto, grazie Venezia per questa nuova occasione. E grazie a chi sta sposando le mie idee”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Yari Cecere porta Aversa al Festival di Venezia

CasertaNews è in caricamento