← Tutte le segnalazioni

Altro

Pubblicato il libro sul compianto don Donato Giannotti: padre dei poveri e operaio di Dio

Via Gaetano Saraceni, 1 · Santa Maria Capua Vetere

È stato pubblicato dalla casa editrice 'Edizioni Velar', in occasione 106° anniversario dalla sua nascita, il libretto della collana blu "Don Donato Giannotti", padre dei poveri, a cura di don Lucio D'Abbraccio e con presentazione di Monsignor Salvatore Visco, arcivescovo di Capua.

Don Donato Giannotti, fondatore delle 'Suore Ancelle dell'Immacolata', è stato un grande maestro di Spirito, e perciò uomo di preghiera. Egli ha usato questo mezzo di perfezione per elevarsi quanto più a Dio, e la comunione intima con Dio lo ha portato al distacco dalle cose di questo mondo, che in qualche maniera potessero ostacolargli l’ascesa verso la santificazione. “Chi ama il mondo non ha amore di Dio, che ci rende beati in eterno”, diceva.

Il venerabile don Donato Giannotti (1828-1914), sacerdote dell’arcidiocesi di Capua, considerato “operaio di Dio, apostolo della verità, padre venerato”, è nato e si è formato nel suo paese natio di Casapulla che era caratterizzato da un numero considerevole di sacerdoti di alto profilo culturale e spirituale. Il Giannotti, uomo di preghiera e di grande generosità, si è impegnato non solo per le opere di carità, ma ha avuto un rapporto epistolare e diretto con alcuni coevi, elevati già agli onori degli altari, come il beato Bartolo Longo e San Gaetano Errico e altre figure di spicco, tra cui, San Ludovico da Casoria. Come ogni uomo pio, era convinto che per crescere e far crescere nel bene, bisogna fidarsi di Dio, a cui nulla è impossibile. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento