Uno chef d'eccezione in cucina per il pranzo ai meno fortunati | FOTO

Sasà Martucci ha preparato i calzoni fritti. Tra i volontari anche l'ex procuratore Maffei

Sasà Martucci ha cucinato calzoni fritti per i poveri

Uno chef di eccezione per i meno fortunati che devono fare i conti, oltre che con l’emergenza da Covid-19, anche con quella alimentare. Oggi a collaborare per la preparazione del pranzo per i poveri dell’Opera Sant’Anna di Caserta è stato Sasà Martucci, noto pizzaziolo del Capoluogo, che ha cucinato dei calzoni fritti, che sono andati a completare il pranzo con tonno e fagioli ed il dolce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Opera Sant'Anna tutti i giorni sta preparando pasti per le persone in difficoltà che vengono poi distribuiti in largo Amico alle 12. "È un momento molto difficile - fa sapere Mariano Maffei, ex procuratore capo a Santa Maria Capua Vetere e tra i volontari dell'OSA - Ma abbiamo anche tante manifestazioni di solidarietà da parte del popolo casertano che ci sta aiutando donando a chi ha bisogno". La consegna del pranzo da asporto avviene sempre rispettando le norme di sicurezza con i volontari che indossano tutti i dispositivi necessari e gli utenti che devono rispettare le distanze tra di loro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Francesco Martucci è il miglior pizzaiolo d'Italia: al secondo posto l'altro casertano Franco Pepe

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • De Luca a 'Porta a Porta' lancia l'ultimatum: "Penultima ordinanza prima di chiudere tutto"

  • Una casertana sbanca il programma di Gerry Scotti: vinti 55mila euro

  • “Avremo 5mila contagi in 4 settimane”, l'allarme di De Luca

  • Nel casertano si torna a morire e c'è un nuovo picco di contagi per Covid-19

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento