rotate-mobile
social San Felice a Cancello

Insulti razzisti al portiere casertano durante la semifinale di Coppa Italia

Tifosi dell’Atalanta scatenati contro Pietro Terracciano

Una partita da protagonista con una difficoltà maggiore: quella di sopportare gli insulti razzisti per tutta la gara. Ma adesso il portiere casertano Pietro Terracciano, diventato ormai titolare della Fiorentina, potrà giocarsi la semifinale di Coppa Italia contro la Juventus, grazie al successo ottenuto giovedì sul campo dell’Atalanta.

I tifosi bergamaschi hanno preso di mira Terracciano per tutta la partita. La sua colpa? Essere originario di San Felice a Cancello, nel Sud. “Terrone di m…” gli hanno urlato a ripetizione, cercando di fargli perdere le staffe. Invece Pietro è rimasto concentrato ed alla fine, in pieno recupero, la sua squadra ha trovato la vittoria che vale il pass per le semifinali di Coppa Italia.

“Purtroppo il razzismo esiste anche tra persone della stessa nazionalità. Stasera è stata una vergogna ma tu da signore quale sei non hai reagito e come sai fare meglio hai risposto in campo, vincendogli in faccia. Sei un esempio” ha scritto Lorenzo Venuti su Instagram a Terracciano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti razzisti al portiere casertano durante la semifinale di Coppa Italia

CasertaNews è in caricamento