rotate-mobile
social

Le 10 notizie più interessanti del 23 maggio 2024

Una panoramica completa di quanto accaduto oggi con la nostra Top 10

Tanta cronaca ma anche attualità: il riassunto della giornata casertana attraverso la nostra Top 10 del 23 maggio.

Cronaca

- Sono 18 le persone indagate dalla Procura di Firenze nell'ambito dell'inchiesta relativa ad un gruppo imprenditoriale, che opera prevalentemente in Toscana ma che è attivo sull'intero territorio nazionale, ritenuto contiguo al clan dei Casalesi. Nei confronti degli indagati la Procura ha notificato l'avviso di conclusione delle indagini.

- Inflitti 170 anni di carcere per i 19 imputati coinvolti nell'inchiesta per lo spaccio di droga per i Belforte a Milano. E’ stata questa la decisione del gup del tribunale di Napoli nel corso del processo celebrato con rito abbreviato. Pene da 2 anni e 8 mesi a 15 anni di reclusione.

Rabbia dei familiari di Giuseppe Capone dopo la sentenza che ha visto la condanna del 23enne S.D.M. che a bordo di una Mini Cooper investì ed uccise il giovane medico. I familiari hanno espresso delusione per la pena, 4 anni, ritenuta troppo bassa. 

Adesca una 16enne con la scusa di un massaggio e la violenta: condanna di 4 anni di reclusione per un 53enne di Aversa, Nicola Oliva. E' l'esito del processo che ha visto l'imputato ottenere anche lo sconto di un terzo della pena per aver optato per il rito abbreviato.

Sarà processo per gli esattori del clan dei Casalesi. Lo ha deciso il giudice Luca Della Ragione, del tribunale di Napoli, nei confronti di 19 imputati coinvolti, a vario titolo, in un'inchiesta che ha svelato alcuni episodi estorsivi ma anche recuperi crediti da parte di persone legate ai Casalesi.

Auto in fiamme in via Martiri Salesiani a Caserta, nei pressi dell'incrocio con via Sturzo, nel rione Tescione. L'episodio nella notte, non distante dalla guardia medica e dalla caserma. Un'auto, secondo quanto riferiscono alcuni residenti, è stata avvolta dalle fiamme. 

Attualità

- Una mappatura dei rifiuti lasciati sulle strade della provincia di Caserta in modo da sviluppare un database e intervenire in maniera mirata con un miglioramento dell'intelligence. Questo, in sintesi, quanto previsto dal prefetto di Caserta, Giuseppe Castaldo, che ha pianificato l’intensificazione delle attività di monitoraggio e prevenzione dei fenomeni di sversamento e incendio di rifiuti nei 34 comuni della provincia ricadenti nella “Terra dei fuochi”.

Un errore procedurale rende inefficace l'iter avviato tre mesi fa. Succede a Santa Maria Capua Vetere, dove il Comune aveva provveduto, nel febbraio scorso, ad approvare l'avviso pubblico di manifestazione di interesse per l'affidamento dei servizi cimiteriali per 12 mesi.

- La campagna elettorale entra nel vivo ad Aversa e subito arrivano le prime gaffe da parte dei candidati. Confusioni storiche sui social mentre spuntano i primi manifesti abusivi. Le foto.

Stanziati circa 170mila euro per l'Ambito sociale C2 che comprende i comuni di Arienzo, Cervino, San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico, Valle di Maddaloni e Maddaloni, quest'ultimo Ente capofila. Si tratta di fondi che serviranno per l'affidamento del servizio di Pronto intervento sociale nell'ambito del Fondo di contrasto alle provertà del Piano Sociale di Zona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le 10 notizie più interessanti del 23 maggio 2024

CasertaNews è in caricamento