rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
social Parete

Lorenzo Griffo chiude al sesto posto la finale tra i migliori baristi italiani

Lorenzo Griffo di Parete chiude al sesto posto la finale nazionale della settima edizione del "Gran premio della caffetteria italiana".

Lunghe e difficili le prove che hanno portato alla classifica definitiva, che ha visto trionfare Francesco Masala di Sassari. L’espresso, il cappuccino e il drink al caffè sono le fasi che tutti e 15 i concorrenti hanno dovuto affrontare, con i giudici il cui lavoro non è stato meno semplice, dovendo scegliere tra l’eccellenza italiana del settore.

Il maestro del caffè Lorenzo Griffo, titolo acquisito dopo il corso di studi in seno all’Aicaf (Accademia italiana Maestri del caffè), è riuscito ad impressionare i giudici anche con il cocktail: in semifinale ha portato l’Equilibrio, che unisce la cultura enogastronomica di Nord e Sud grazie al Fernet Branca, del nord, e il latte di mandorla, ghiaccio e caffè, ingredienti del caffè in ghiaccio, di matrice salentina ma ormai diffuso anche in altri posti del Sud.

La finale è stata altrettanto combattuta, come si evince dalle stesse dichiarazioni di Lorenzo Griffo: “Già alla vigilia ero consapevole del grande livello di competitor presenti quest’anno. È stato un grande onore per me arrivare in finale con grandi professionisti del settore, e ancora di più aver raggiunto il sesto posto rappresentando bene la Campania nella competizione. Essere qui significa aver fatto il percorso giusto, sia con Aicaf sia personale, perché questo è un lavoro che mi affascina da più di 15 anni, e negli ultimi anni ne ho fatto la mia professione. Non ci sarei riuscito se nel corso del tempo non avessi incontrato tante personalità che mi hanno fatto crescere passo dopo passo, e voglio ringraziare proprio loro, a partire dai titolari del bar “La nuit” di Aversa, dove lavoro, per avermi appoggiato nell’esperienza milanese. Poi c’è Raffaele Andreozzi, amico e collega, ed eccellenza italiana che ha creato piccole monoporzioni dolciarie che hanno deliziato il palato dei giudici e mi hanno senz’altro aiutato. Un sentito grazie va anche a tutti i miei colleghi e infine, ultima ma non per importanza, alla mia compagna che ha abbracciato con me questo progetto sostenendomi in tutte le fasi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lorenzo Griffo chiude al sesto posto la finale tra i migliori baristi italiani

CasertaNews è in caricamento