rotate-mobile
social Pietramelara

Addio ai frati: una storia di 4 secoli arriva al capolinea

L'annuncio di Padre Adriano, il guardiano dei Lattani dopo la comunicazione del vescovo Cirulli

Addio ai frati: una storia di quattro secoli arriva al capolinea. L'annuncio ha scosso le fondamenta della comunità di Pietramelara: Padre Adriano, il guardiano dei Lattani, ha comunicato ai fedeli che il vescovo Cirulli aveva deciso di sostituire i frati nella celebrazione, segnando così la fine di oltre quattro secoli di presenza francescana nel convento.

L'origine del convento, dalle radici tardo rinascimentali, è testimoniata dalla sua prima denominazione e dedica a San Francesco, riscontrabile nelle antiche mappe e nella documentazione storica fino al XIX secolo. Successivamente, il convento ha assunto il nome attuale di San Pasquale, che ha poi dato il nome alla contrada circostante e alla strada che collega il paese al convento.

La comunità di Pietramelara ha mantenuto nel corso dei secoli un forte legame con i frati, caratterizzato da usanze e tradizioni tramandate di generazione in generazione. Tra queste, spiccano la benedizione degli animali nel giorno di Sant'Antonio Abate e il rito del "fuoco di Natale", di antica origine precristiana. Inoltre, va ricordata l'accoglienza riservata ai pellegrini provenienti da Sant'Elia Fiume Rapido, vicino a Cassino, che si recavano al convento per la festa di San Pasquale, a cui erano particolarmente devoti, sia a piedi che con mezzi motorizzati.

Nel cuore della memoria della comunità restano vividi i ricordi dei guardiani del convento, da padre Eustachio a padre Ludovico, dal serafico padre Benigno fino all'ultimo padre Angelico, tragicamente scomparso negli anni Novanta. Il loro contributo alla vita spirituale e sociale del paese è ancora celebrato dai numerosi devoti e dalla popolazione locale.

L'addio dei frati segna la fine di un'era per Pietramelara, ma lascia un'eredità di spiritualità e tradizione che continuerà a vivere nei cuori e nelle memorie della comunità per generazioni a venire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio ai frati: una storia di 4 secoli arriva al capolinea

CasertaNews è in caricamento