rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
social

La confessione del dj Joseph Capriati: "Dovevo diventare un poliziotto, salvato da un documento non arrivato..."

L'artista casertano si racconta ad Albertino: "Pochi mesi dopo il mio primo brano ha iniziato a spaccare ad Ibiza"

Dal party in piazza Vetrano a Falciano (frazione di Caserta) dove vide per la prima volta un dj suonare dal vivo alla mancata convocazione nell’esercito che gli ha permesso poi di godersi la sua esplosione nel mondo della musica.

Joseph Capriati, dj di fama mondiale, nato e cresciuto a Caserta, ha raccontato particolari inediti della sua vita in una intervista alla radio M2O, nel programma condotto da Albertino e Mario Fargetta.

Capriati ha raccontato come è nata la passione per la musica. “Avevo 11 anni quando vidi la festa organizzata dagli americani che abitavano nel parco Crispino per l’indipendenza. C’era il dj che suonava in piazza ed inizia ad informarmi. Tornato a casa, chiesi a mio padre di aiutare a fare il dj, ma la risposta fu: ‘Ma tu si pazz, cost nu sacc e sord…”. Per questo andai a lavorare in estate con mio zio per raccogliere un po’ di soldi coi quali comprai un giradischi”.

Ma la cosa più interessante è che la carriera del dj sarebbe potuta non iniziare mai. “Nel 2007 finii la scuola superiore feci il mio primo disco. Mia madre spingava affinché io facessi qualcosa dopo la scuola. Ad un anno dal disco, mia mamma era disperata, e decisi di andare a fare il poliziotto come mio padre. Per farlo dovevo andare sotto le armi. Andai con mia mamma a fare tutte le visite e doveva arrivare solo la cartolina per andare a fare il militare. Una mattina mi sveglia perché era finalmente arrivata. Lei felicissima, io no. Quando aprì la cartolina però si accorse che la domanda non era stata accolta perché mancava un documento che pure era stato inviato e mi rinviavano all’anno successivo. Dopo qualche mese il mio pezzo che avevo prodotto ha iniziato a spaccare ad Ibiza. Dopo una anno suonavo in tutta Europa. Se fosse arrivato quel documento, forse oggi sarei un poliziotto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La confessione del dj Joseph Capriati: "Dovevo diventare un poliziotto, salvato da un documento non arrivato..."

CasertaNews è in caricamento