menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cantautrice casertana Maria Pia De Lellis, in arte Mariapia

La cantautrice casertana Maria Pia De Lellis, in arte Mariapia

Esce "Distratta", il nuovo singolo della cantautrice casertana Mariapia

Da venerdì 16 aprile è su tutte le piattaforme digitali

Il nuovo singolo della cantautrice casertana Mariapia, "Distratta", sta ottenendo un notevole successo. Maria Pia De Lellis, in arte Mariapia, nasce il 21 novembre del 2000 a Castello del Matese. Ha otto anni quando si trasferisce ad Alife, accogliendo tra le sue mani di bambina un cambiamento personale che getterà le basi per l’identità di artista ancora inconsapevole ma piena di talento. Sono i fratelli a farle incontrare il suono rock dalla musica dei Red Hot Chili Peppers e i Nirvana, passando per i Blink 182 e i Misfits. Non trascurabile, inoltre, è la sua smodata passione per la discografia dei cantautori Calcutta e Gazzelle. Un’educazione musicale che valorizza gli artisti di punta degli anni ’90, la sua, in grado di solleticare la propria indole di strumentista. Ha poco più di quindici anni quando manifesta alla sua famiglia la volontà di cominciare a suonare la batteria, ma sarà la chitarra lo strumento che, poco più tardi, riconoscerà affine a sé. Da sempre orientata verso un percorso da solista, il 6 marzo del 2020 ha pubblicato il primo singolo. È "Via te" il brano attraverso cui Mariapia traccia la forma della sua musica che, in generale, intende accogliere le luci e le ombre di una vita forse imperfetta ma tutta da percorrere, e la direzione è quella di una continua rinascita.

Distratta, il nuovo singolo di Mariapia

A distanza di otto mesi dal lancio di "Un giorno migliore", venerdì 16 aprile è uscito su tutte le piattaforme digitali "Distratta", il nuovo singolo di Mariapia. Un brano che racconta il coraggio attraverso la negazione dell'arrendevolezza, anche nei giorni più tristi. "La domenica e il lunedì sono da sempre i giorni più tristi per me – spiega l'artista - e in questo brano li ho resi protagonisti per raccontare, in maniera figurativa , quella spinta propulsiva che arriva quando le difficoltà ci costringono a uno stato di apatia. Ognuno di noi, a suo modo, si rifugia in una dimensione ultraterrena nei momenti di tristezza, una realtà parallela, distratta, per ritrovare la voglia di risalire, di rinascere".

La piccola realtà di provincia

Anche "Distratta", così come accaduto per i due singoli precedenti, nasce ad Alife. Una piccola realtà di provincia che per la giovane Mariapia non costituisce un limite, anzi! "Sicuramente quando vivi in un paesino non puoi esprimerti al 100% perché ti senti sempre incastrato in qualcosa di piccolo – racconta la cantautrice – però non è questo che mi ferma. Anzi, per me è uno stimolo. Cerco sempre di pormi nuovi obiettivi e non smetto mai di aspirare al meglio. Penso che se non avessi avuto la storia che ho avuto, non sarei mai diventata una cantante. Il mio territorio, le mie radici, sono importanti. Nel mio paese ho vissuto tutte le esperienze che oggi racconto nelle mie canzoni".

Così nascono le sue canzoni...

Ogni cantautore ha un modo diverso di approcciare alla propria creatività, c'è sempre un "dietro le quinte" poco conosciuto. È il momento in cui un brano nasce. Le canzoni di Mariapia, in particolare, partono da una parola, una frase improvvisa da cui poi viene partorito l'intero brano. "Scrivo mentre suono. Cantando. Non scrivo mai prima il testo. Costruisco tutta la canzone basandomi su quattro accordi di partenza. Di solito, i brani nascono in un quarto d'ora, ma ammetto che le ultime canzoni mi stanno richiedendo più tempo, anche una giornata a volte. Il processo, però, è sempre lo stesso: compongo nell'inconsapevolezza. Soltanto a distanza di diversi giorni dalla nascita di una canzone ne comprendo il senso".

La pandemia 

Gli artisti emergenti sono stati i più danneggiati dalle conseguenze della pandemiada coronavirus. Molti progetti in cantiere sono ancora all'angolo, verità che appartiene anche a Mariapia, che però, anche in questo caso, è riuscita a costruire il suo lato positivo. "Sicuramente la pandemia ha limitato il progetto musicale delle persone che hanno cominciato tra il 2019 e il 2020, me compresa – racconta la giovane artista – ma è anche vero che dal 2020 ad oggi la mia produzione musicale è migliorata sia quantitativamente che qualitativamente: le canzoni più belle le ho scritte nell'ultimo anno. In me è scattato qualcosa, mi sono aperta di più, mi sento più ispirata".

La voglia di ricominciare

Curiosità. Con chi duetterebbe Mariapia in un futuro live? Se c'è una cosa che accomuna, in questo periodo, artisti emergenti e big è la voglia di ricominciare a esibirsi dal vivo. Nessuno, ad oggi, è in grado di dirci quando questo sarà possibile, ma nel frattempo sognare non guasta. Libera di immaginare, Mariapia racconta: "Mi piacerebbe organizzare un live su un tetto, come hanno fatto i Beatles cinquant'anni fa, se non di più. Sarebbe bellissimo! E visto che ai sogni nessuno può porre limiti, porterei con me Maria Antonietta, Gazzelle, Calcutta. Il mio sogno proibito, poi, sarebbe incontrare Lana Del Rey".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Schianto in moto, muore centauro | FOTO

  • Attualità

    Assistenza domiciliare in crisi: “Non si muore solo di Covid”

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    ‘Gomorra 4’ sbarca negli Usa, Saviano: “Ce pigliamm pur’ l’Ammeric!”

  • social

    Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

  • social

    Paura per Awed: sviene all'Isola dei Famosi: "Dimagrito troppo"

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento