rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
social

"Comandante" del casertano De Angelis apre la Mostra del Cinema di Venezia

La pellicola con Pierfrancesco Favino proiettata in prima mondiale il 30 agosto. Il regista: "E' un grande onore"

Sarà "Comandante" del regista casertano Edoardo De Angelis ad aprire l'80esima Mostra del Cinema di Venezia. La pellicola con Pierfrancesco Favino sarà proiettata in prima mondiale il prossimo 30 agosto nella Sala grande del Palazzo del cinema al Lido di Venezia.

"Aprire l'80^ edizione della Mostra del cinema è un grande onore - dichiara De Angelis - Comandante è un film che parla di forza e Salvatore Todaro ne incarna la sua forma sublime: combattere il nemico senza dimenticare mai la sua natura di essere umano. Pronto a sconfiggerlo ma anche a prestargli soccorso per salvarne la vita come prescritto dalla legge del mare. Perché così si è sempre fatto e sempre si farà".

"Si tratta un nuovo straordinario riconoscimento per un regista talentuoso, un artista eccelso, sempre attento alla storia e alla tradizione cinematografica e teatrale della sua terra, che vanta una carriera costellata di successi, tra cui 6 David di Donatello, 7 Nastri d’argento e un Globo d'oro - commenta il sindaco del Capoluogo Carlo Marino - Un grande abbraccio a Edoardo De Angelis, da parte mia e dell'intera comunità casertana. Seguiremo con passione la Mostra del Cinema e lo aspettiamo presto a Caserta".

"Nel quadro di un film d’epoca, risultato di un importante investimento produttivo del cinema italiano, l’opera di De Angelis risuona di non ambigui echi contemporanei -  dichiara il direttore Alberto Barbera -. Il racconto dell’autentica vicenda del comandante Salvatore Todaro, che salvò la vita ai marinai sopravvissuti all’affondamento del mercantile nemico, mettendo a repentaglio la sicurezza del proprio sommergibile e dei suoi uomini, risulta come un forte richiamo all’esigenza di anteporre i valori dell’etica e della solidarietà umana alla logica brutale dei protocolli militari. Ringrazio l’autore, i produttori Nicola Giuliano e Pierpaolo Verga, e Paolo del Brocco di Rai Cinema per aver accettato il nostro invito a inaugurare l’80^ Mostra del Cinema della Biennale di Venezia".

La Biennale ha annunciato anche il film di chiusura, che sarà La sociedad de la nieve di J.A. Bayona. La pellicola, fuori concorso, rappresenta un'epica vicenda di sopravvivenza in condizioni estreme e sarà proiettata in prima mondiale sabato 9 settembre, sempre nella Sala grande, a seguire la cerimonia di premiazione. La vicenda si svolge nel 1972, quando il volo 571 delle forze aeree dell'Uruguay con a bordo una squadra di rugby diretta in Cile precipita su un ghiacciaio nel cuore delle Ande. Allo schianto sopravvivono solo 29 dei 45 passeggeri, che si ritrovano in uno degli ambienti più ostili al mondo e obbligati a ricorrere a misure estreme per poter restare in vita. Il film è prodotto da Belén Atienza, Sandra Hermida e J.A. Bayona. Il cast è composto da Enzo Vogrincic, Matías Recalt, Agustín Pardella, Esteban Kukuriczka e Tomas Wolf. Tratto dal romanzo di Pablo Vierci, è sceneggiato da J.A. Bayona, Bernat Vilaplana, Jaime Marques e Nicolás Casariego. Direttore della fotografia è Pedro Luque. Distribuzione internazionale: Netflix.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Comandante" del casertano De Angelis apre la Mostra del Cinema di Venezia

CasertaNews è in caricamento