Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

Le parole di Nunzia: "Grazie a tutti. Ora papà si potrà godere i nipoti"

La sede di Cenerentola chiusa in piazza Mercato

Dopo più di cinquanta anni “Cenerentola” chiude. "Il mio papà ha deciso di godersi la pensione ed i nipotini. Ho voluto scrivere queste poche righe proprio per chiarire la decisone della nostra famiglia, dopo aver sentito in giro e letto sui social tantissime versioni diverse". A scrivere, tramite Casertanews, ai cittadini casertani è Nunzia D'Aniello, che spiega i motivi della scelta del papà. "E’ stata una scelta sofferta, non potete immaginare quanto, ma meditata e valutata sotto tutti i punti di vista. Nessun segreto, ha prevalso il desiderio di mio padre di godersi la pensione dopo tanti anni di sacrifici. Si, tanti sacrifici, perché se è vero che essere proprietari di un negozio storico può essere sinonimo di benessere, è anche vero che dietro quel benessere ci sono tante rinunce. Rinunce di un padre che ogni giorno, per cinquant’anni, scende la mattina presto, prima dei dipendenti, perché “chi lavora tutto il giorno le scarpe le compra quando gli altri sono ancora chiusi", ha sempre risposto quando, appena sveglia, lo vedevo già scendere di casa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nunzia ricorda come il padre "ha curato e riempito di attenzioni tutti i suoi clienti, li ha sempre salutati chiamandoli tutti per nome. Non sono mai stati numeri, ma persone, spesso amici, che hanno fatto e fanno parte di una vita intera, di una grande famiglia. Dal barista al pescivendolo, al dottore, all’avvocato, al netturbino, all’ambulante, al senza tetto, una gran bella famiglia. Il ringraziamento più grande va proprio a tutti voi, i nostri clienti fedelissimi, per la fiducia, per il sostegno, per averci sempre scelto nonostante la crisi, la concorrenza, spesso le distanze. Grazie. E’ vero, con quella saracinesca si chiude un piccolo pezzo di storia di questa bella città, con tanto rammarico, certo, ma con la consapevolezza di due fratelli di uscire di scena a testa alta, lasciandosi alle spalle una infinità di splendidi ricordi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

Torna su
CasertaNews è in caricamento