social

Una casertana sul podio dei "più bugiardi" d’Italia

Il raccontatore più bugiardo d'Italia per il 2021 è il romano di origini abruzzesi Marco Di Stefano che ha convinto tutti spiegando perché il Covid è colpa di Batman, l'uomo pipistrello, avvertendo tutti che c'è grande preoccupazione per la variante Spider man, l'uomo ragno. Il bambino più bugiardo d'Italia viene invece da Pistoia e si chiama Pietro Becagli. A lui è andato il premio offerto dal quotidiano "Il Tirreno" e intitolato alla giornalista Lucia Prioreschi che ha raccontato come è riuscito a farsi portare da suo padre a a fare il bagno nel mare della Tranquillità, cioè sulla Luna, e di come sia andato tutto bene anche se si è dimenticato l'ombrellone a casa.

Sono loro i due vincitori della quarantacinquesima edizione del Campionato italiano della Bugia, che si è concluso a Le Piastre (Pistoia). Ai posti d'onore della sezione adulti Morena Schisani di Caserta e Valentina Losasso di Quarrata (Pt) che vincono il bugiardino d'argento grazie al loro viaggio bel tempo. Quello di bronzo ha premiato Gianluca Marino di Padova con la sua Peccato vincere, che racconta di un viaggio in paradiso.

Tutti i concorrenti si sono cimentati sul tema del viaggio, con concessioni ai viaggiatori Dante e San Giacomo nel settecentesimo della morte e nell'anno dedicato al santo del cammino. Il premio per l'originalità della presentazione, dedicato al giornalista Giancarlo Zampini e offerto dal quotidiano La Nazione, è andato alle piccole Alisa e Isabelle Mottola, 7 e 9 anni, che hanno presentato da par loro il loro Viaggio con l'elefantino. Le tre lauree honoris causa sono state attribuite a Federico Pagliai, scrittore, guida ambientale e camminatore, Daniele Menarini, condirettore della rivista Correre e, premio alla carriera, il pistoiese Renzo Corsini, dirigente del gruppo giovanile di calcio Avanguardia e presidente dell'Anpi di Pistoia. Il premio alla generosità istituito per ricordare l'Accademica Annalisa Mannelli, recentemente scomparsa, è andato a Cinzia Sebastiano presidentessa della Pro Loco Alta Valle del Reno.

L'edizione 2021, arricchita dagli scherzi telefonici di Alessandro Masti di Radio Toscana, e dalla lectio magistralis di Cristiano Militello, è stata presentata di Fausto Livi con Ilaria Belli e si è conclusa con lo spettacolo di Emiliano Buttaroni "La panchina di Gianco" dedicato a Giancarlo Corsini e ad Emanuele Begliomini che ci ha scritto l'omonimo libro. "E' stata proprio un'edizione - conclude il magnifico rettore dell'Accademia della Bugia, Emanuele Begliomini - di cui andare fieri con concorrenti e Bugie di qualità. Un grazie va alla Misericordia e alla Pro Loco de Le Piastre senza le quali non avremmo potuto fare tutto questo. E uno al pubblico che, nonostante le restrizioni, per il virus ha continuato a seguirci numeroso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una casertana sul podio dei "più bugiardi" d’Italia

CasertaNews è in caricamento