Il cuore grande di un giovane musicista casertano: autografi all'asta per aiutare gli ospedali

Il grande progetto di Pasquale maturato insieme a Marco (musicista 15enne di Torino). Hanno già aderito artisti dal calibro di Gianna Nannini, Steve Hacket, Nick Mason, Ron Carter, Ian Paice e Riccardo Fogli

L'autografo di Gianna Nannini tra quelli raccolti da Pasquale e Marco

Autografi degli artisti famosi all'asta per aiutare la ricerca degli ospedali sui tumori infantili. E' il grande progetto di Pasquale (originario di Caserta) e Marco (di Torino), due musicisti 15enni che sono riusciti a coinvolgere artisti di fama mondiale con un'idea semplicissima ma dall'importante spessore umano: riunire una collezione di autografi (su fogli, cd, poster) dei musicisti famosi, italiani e internazionali, per poi mettere ogni pezzo all'asta, per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza alle strutture che si occupano di curare i bambini malati. In particolare i soldi saranno devoluti al Pausilipon di Napoli e al Regina Margherita di Torino. 

Come raccontato dai colleghi di TorinoToday, Pasquale e Marco si sono conosciuti un anno fa grazie alla passione per una delle band più grandi di sempre, i Pink Floyd. Hanno iniziato a parlarsi grazie alle pagine di fan e poi pian piano hanno maturato questo bellissimo progetto. E così sono arrivati le foto autografate da Gianna Nannini, il poster degli Scorpions, il cd del chitarrista ex Genesis Steve Hackett, il calendario del tour di Nick Mason (ex batterista dei Pink Floyd), e i contributi di Riccardo Fogli, del contrabbassista Ron Carter e altri ancora. A dare una mano ai due ragazzi è arrivato Ian Paice, batterista tra i più celebri al mondo, con nel curriculum l'esperienza con i Deep Purple. Oltre a inviare gadget con la propria firma, Paice ha messo in contatto Pasquale e Marco con il suo promoter, che metterà a disposizione un sito per l'asta online dei cimeli raccolti.

Ora i due musicisti quindicenni stanno aspettando che arrivi solo l'autografo di Elton John e quello degli U2 per poi, intorno a metà novembre, poter dare il via all'asta. "Poi magari, Covid permettendo, un giorno faremo anche un concerto, sempre con l'aiuto del promoter di Ian Paice che ha già dato la sua disponibilità per suonare con noi", ha detto il 15enne casertano Pasquale a TorinoToday.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse in Campania fino al 30 ottobre per il coronavirus

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Il Covid colpisce ancora: 187 nuovi positivi nel casertano

  • Doppiato il record di contagi: 284 casi e 2 decessi nel casertano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento