menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

CGIL Campania su mancato rinnovo assicurazione alunni da parte della Regione

Napoli - Le pesanti scelte della Giunta regionale sul diritto allo studio sono note:la cancellazione delle tariffe agevolate per il trasporto pubblico per lefasce sociali disagiate, la riduzione dei finanziamenti al diritto allostudio...

Le pesanti scelte della Giunta regionale sul diritto allo studio sono note:la cancellazione delle tariffe agevolate per il trasporto pubblico per lefasce sociali disagiate, la riduzione dei finanziamenti al diritto allostudio universitario. Noto è anche il dietro-front sulla scelta, concordatacon le Organizzazioni sindacali, di utilizzo di 10 milioni di euro permigliorare la qualità della scuola con l'utilizzo di più di 1.000 docenti edamministrativi, tecnici, ausiliari precari.
Ora si aggiunge una vera e propria "ciliegina": la Giunta Caldoro ha decisoche per il 2011 e il 2012 gli alunni delle scuole della Campania non sarannopiù coperti dall'assicurazione prevista a carico della Regione in caso diinfortunio.
Scelta gravissima, che dimostra ancora una volta l'indifferenza versol'istruzione pubblica della Giunta regionale di centro-destra, perfettamentein linea con il Governo centrale che, passo dopo passo, sta smantellando lascuola pubblica.

Le Istituzioni scolastiche della Campania dovranno provvedere in proprio e,per farlo, saranno costrette a chiedere ulteriori e più onerosi contributialle famiglie. Nelle nostre realtà - già profondamente colpite sul pianooccupazionale, dove cresce giorno dopo giorno l'impoverimento della società,dove sono sempre più in aumento le famiglie letteralmente impossibilitateper motivi economici a condurre una vita decorosa che possa costruire unsereno ed adeguato futuro per i propri figli - le conseguenze della sceltadella Regione aumenteranno le differenze e rischiano di creare odiosefratture tra chi, pur costretto, è in grado di assicurarsi una tutela e chiè impossibilitato.
Anche così si distrugge l'istruzione pubblica. Il tutto è aggravato perchélo si fa sul versante della tutela degli alunni: è una macchia indelebileche non può passar sotto silenzio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento