menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100929075242_mal-di-testa

20100929075242_mal-di-testa

Mal di testa cronico, da oggi se ne parla al Congresso Nazionale Sisc

Caserta - Un'alterazione di alcune aree cerebrali presente fin dall'infanzia sarebbe la causa che innesca il mal di testa cronico. A stabilirlo e' uno studio appena concluso condotto da Lorenzo Pinessi, direttore del Centro Cefalee...

Un'alterazione di alcune aree cerebrali presente fin dall'infanzia sarebbe la causa che innesca il mal di testa cronico. A stabilirlo e' uno studio appena concluso condotto da Lorenzo Pinessi, direttore del Centro Cefalee dell'Universita' di Torino, che sara' presentato durante il 24* Congresso Nazionale della Sisc (Societa' Italiana per lo Studio delle Cefalee) al via ieri a Caserta. Il gruppo di ricerca guidato da Pinessi ha gia' dimostrato per la prima volta al mondo nel 2008 che l'emicrania e' una malattia presente fin dalla nascita e associata a un'alterazione dei lobi frontali e temporali coinvolti nella regolazione del dolore. ''Gli ultimi risultati di un nostro secondo studio concluso in questi giorni e svolto con la stessa metodica sui bambini emicranici, eta' media 12 anni, con esordio della cefalea a 8 anni - spiega lo specialista -confermano anche nei bambini la presenza di alterazioni della sostanza grigia cerebrale correlate all' emicrania e localizzate in diverse aree cerebrali coinvolte nel circuito del dolore. I piccoli pazienti presentano alterazioni della sostanza grigia in diverse aree cerebrali - conclude -, tra cui la corteccia parietale destra, la corteccia cingolata posteriore e il tronco encefalico. Di particolare interesse e' risultata la correlazione tra le anomalie evidenziate e la durata della malattia''.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento