menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genitori protestano a causa dell'accorpamento delle classi

San Gregorio Matese - Dal 15 Settembre di quest'anno, sulla base di un legge recente, si sta consumando, nel silenzio e neldisinteresse, il cosiddetto accorpamento delle classi del nostro Plesso Scolastico, ciò in nome della razionalizzazione e...

Dal 15 Settembre di quest'anno, sulla base di un legge recente, si sta consumando, nel silenzio e neldisinteresse, il cosiddetto accorpamento delle classi del nostro Plesso Scolastico, ciò in nome della razionalizzazione e della lotta allo spreco che infierisce su una realtà già di per se disagiata. Non cisi vuole rendere conto, insomma, che nella soppressione di tante piccole scuole di montagna sono in gioco il destino di tante piccole comunità, la cultura e l'identità di luoghi come il nostro.L'accorpamento, l'istituzione delle pluriclassi, strappano il bambino dalla sua cultura, distruggono lacoscienza locale, tolgono libertà all'alunno, all'insegnante e all'ambiente.Per quanto in premessa rilevato, i genitori dei bambini frequentanti questa Scuola, a seguito dell'occupazione del Plesso scolastico di San Gregorio Matese ad al fine di contrastare ledecisioni riguardanti l'istituzione di due pluriclassi, ovvero: Prima e Seconda, Terza e Quarta,intende sottoporre alle SS.LL. delle lecite osservazioni:-Il D.P.R. nr.81 del 20/03/2009, all'art.2 comma 6 recita testualmente:"I dirigenti dell'Amministrazione Scolastica e i Dirigenti Scolastici sono responsabili del rispetto dei criteri e dei parametri relativi alla formazione delle classi".-L'art 8 del summenzionato D.P.R., dispone che:"Nelle scuole funzionanti nelle piccole isole, nei comuni montani, nelle zone abitate da minoranzelinguistiche, nelle aree a rischio di devianza minorile o caratterizzate dalla rilevante presenza dialunni con particolari difficoltà di apprendimento e scolarizzazione, possono essere costituite classiuniche per anno di corso e indirizzo di studi con nimero di alunni inferiore a quello minimo emassimo stabilito dagli Art 10, 11 e 16".Per quanto innanzi evidenziato, l'applicazione dell'Art 8 consente, nel caso di specie, la possibilitàdi una deroga all'Art 10 comma 4 (Disposizioni relative alla Scuola primaria), con la quale vienedisposto che le classi possono essere costituite con numero di alunni non inferiore a 10.Dal combinato disposto dei summenzionati articoli ne deriva quale logica conseguenza la possibilitàdi derogare al numero minimo di alunni e di costituire classi uniche per ciascuno anno di corso, evitando improponibili pluriclassi in un plesso scolastico già gravato da enormi disagi.Pertanto, noi genitori, nelle more delle decisioni che le SS.LL. intendono adottare, continueremo adoltranza l'occupazione del plesso scolastico di San Gregorio Matese.Inoltre, al fine di scuotere la sensibilità delle competenti autorità, ci riserviamo d'intraprendere altreforme di protesta eCHIEDIAMO1.L'intervento di tutte le autorità politiche, istituzionali e amministrative presenti sul territorio edeputate alla risoluzione della problematica emergente, con ogni modo e attuando tutte le strategie possibili.2. L'immediata applicazione del DPR n.81 del 20 marzo 2009, previa applicazione delleopportune deroghe.3. Una maggiore autonomia dei circoli Didattici di montagna, con l'ubicazione della segreteria nel Plesso di San gregorio Matese.4. Il reclutamento degli insegnanti in ambito provinciale, anzichè nazionale.5. L'obbligo per gli insegnanti delle scuole di montagna a rimanere in loco almeno tre anni.6. Programmi didattici che dedichino particolari attenzione agli aspetti socio-culturali di quest'area.
Per informazioni e per adesioni: +39.320/41.56.646, liadelellis@msn.com,margine_comunicante@googlegroups.com

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento