menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrivano 71 milioni di euro per la riqualificazione degli edifici scolastici campani

Napoli - 71 milioni di euro è questa la cifra dei Fondi Europei di Sviluppo Regionale per la riqualificazione degli edifici scolastici statali di Primo e Secondo Ciclo, destinati alle strutture della Campania. La cifra è stata svelata questa...

71 milioni di euro è questa la cifra dei Fondi Europei di Sviluppo Regionale per la riqualificazione degli edifici scolastici statali di Primo e Secondo Ciclo, destinati alle strutture della Campania. La cifra è stata svelata questa mattina nel corso di una conferenza svoltasi all'Istituto per l'Industria e l'Artigianato 'Davide Sannino-Petriccione' di Napoli dove erano presenti i rappresentati istituzionali delle provincie di Napoli e Caserta. "Fondi importantissimi per molte scuole, come ha confermato la dottoressa Annamaria Leuzzi del Miur, dove la riqualificazione e il miglioramento delle strutture diventa necessario ed indispensabile per la sicurezza di studenti e docenti". Le risorse arrivate su impulso del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (direzione generale Affari internazionali, approvate nell'ambito dell'intesa interistituzionale del 15 giugno scorso), saranno rivolte agli interventi inclusi nei progetti Pon (Programmi operativi nazionali riguardanti le regioni Obiettivo 1 e che intervengono su ricerca, scuola, sicurezza, sviluppo locale, trasporti, pesca, ambiente). Con lo stesso bando il Miur insieme al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha inserito anche un piano speciale di intervento per il risparmio energetico destinato alle scuole delle Regioni "Obiettivo Convergenza" (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). Tra i rappresentanti istutionali intervenuti anche l'assessore all'edilizia scolastica del comune di Napoli Gioia Rispoli, che ha sottolineato: "E' fondamentale che si presentino nei tempi stabiliti progetti validi per mettere in sicurezza tutto, e non sprecare questi fondi utilissimi a rilanciare la scuola nella nostra provincia, renderla moderna e più vivibile. Deve essere un lavoro sinergico tra istituzioni e strutture scolastiche per non perdere una grande occasione" Le scuole, per realizzare i piani di interventi, dovranno presentare la propria candidatura in merito ai seguenti programmi:

-PON "Ambienti per l'apprendimento", rivolto a favorire qualità degli ambienti scolastici (riqualificazione, messa a norma degli impianti, abbattimento barriere architettoniche, strutture sportive, miglioramento dell'attrattività).
-POIN "Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico", rivolto all'efficienza e all'ottimizzazione del sistema energetico. Gli interventi dovranno rivestire carattere di esemplarità e rappresentare un modello per l'utilizzo di materiali innovativi e delle migliori tecnologie a favore della sostenibilità energetico ambientale. I fondi verranno assegnati attraverso bando di gara. Le candidature on line dovranno pervenire entro la data del 31/10/2010, mentre la documentazione cartacea entro il 15/11/2010. Prosegue dunque l'impegno del Governo per la messa in sicurezza delle scuole, in particolare nelle Regioni del Mezzogiorno, attraverso una serie di accordi che hanno l'obiettivo di tutelare gli studenti e di migliorare la qualità dell'offerta e degli ambienti di apprendimento, anche attraverso la strategica e sinergica integrazione di risorse europee, nazionali e regionali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento