menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Successo per la 'giornata dello studente' alla Brigata Bersaglieri 'Garibaldi'

Caserta - Plebiscitaria, quanto entusiastica, la partecipazione degli studenti, docenti e dirigenti scolastici, alla "giornata dello studente", propiziata dall'Ufficio Scolastico Provinciale, guidato dal Provveditore Vincenzo Di Matteo, in...

Plebiscitaria, quanto entusiastica, la partecipazione degli studenti, docenti e dirigenti scolastici, alla "giornata dello studente", propiziata dall'Ufficio Scolastico Provinciale, guidato dal Provveditore Vincenzo Di Matteo, in collaborazione con la Consulta provinciale studentesca, svoltasi nell'accogliente caserma "Ferrari Orsi" del Comando Brigata Bersaglieri Garibaldi.All'evento provinciale hanno presenziato, tra gli altri, il sottosegretario di stato, Nicola Casentino; il presidente della Provincia, Domenico Zinzi e l'assessore all'istruzione, Giuseppe Casella. A fare gli onori di casa il generale Antonio Vittiglio.
Vivo compiacimento espresso dall'On. Cosentino il quale ha sottolineato che, per il governo, la formazione dei giovani rappresenta l'obiettivo primario, rimarcando che il sapere fa crescere i popoli.Non poteva avere migliore accoglienza la manifestazione studentesca - ha affermato il presidente Zinzi - ospitata nella prestigiosa sede della Brigata Garibaldi, istituto militare che tiene un saldo rapporto con la città e svolge un rilevante impegno per lo sviluppo e la crescita di questa provincia.
Dal Libano, in video conferenza, il comandante della Garibaldi, generale Giuseppenicola Tota, ha rivolto un caloroso saluto alle autorità, evidenziando l'impegno degli studenti casertani che hanno contribuito alla realizzazione del Progetto "Unicef nel Libano", finalizzato alla crescita delle scuole in questa nazione. Particolarmente seguiti gli interventi degli esperti che hanno relazionato sul tema: "La Questione Meridionale oggi" - i cui lavori, introdotti dalla referente dell'USP, Anna Orefice e dal presidente della consulta, Domenico Di Nuzzo - sono del convegno sono stati moderati dal direttore di Teleluna, Francesca Nardi. Un tema quanto mai attuale che anima il dibattito politico nazionale. Il Meridione - ha rilevato il preside della facoltà di Giurisprudenza della SUN, Lorenzo Chieffi - non rientra più nelle politiche del governo. La trasformazione in senso federale, se non è ben supportata da interventi perequativi, di tipo solidale, come è stato sottolineato dalla Cei e dal Presidente della Repubblica, sfocerà in una divisione piuttosto che ad una unione "solidale" tra territori più deboli.
Per il docente di Economia dello sviluppo, Achille Flora, la questione meridionale va riletta in un contesto più ampio, e non solo europeo. Il nostro mezzogiorno - ha soggiunto - è poco integrato sul piano internazionale.Il Prof. Giuseppe de Nitto della Biblioteca Palatina della Reggia di Caserta ha sottolineato come va risvegliandosi una coscienza meridionalistica, "paradossalmente - ha evidenziato - grazie alla Lega che ostenta nei nostri confronti superiorità e disprezzo; noi, invece, riscopriamo con la nostra storia, la nostra "dignità" ed il nostro valore".

Al termine degli interventi del docente Sun di Architettura, Sergio Rinaldi, sulla "innovazione ecosostenibile per una scuola di qualità" e del vice presidente provinciale dei giovani imprenditori della confindustria, Carlo Barbagallo, i rappresentanti degli istituti scolastici hanno illustrato i vedeo realizzati su vari temi, tra i quali, quelli relativi alla questione meridionale, legalità e tutela dei beni artistici ed ambientali.
Numerose, infine, le attività della kermesse studentesca, quali: mostre didattiche, laboratori di pittura, grafica, ceramica, decoupage, moda, musica e comunicazione, grafica, informatica e comunicazione; concorsi di fotografia, di pittura, oltre allo svolgimento dei tornei di pallavolo, tennistavolo e vela radiocomandata.Notazioni positive poste in rilievo dal provveditore, Vincenzo Di Matteo: "Ho apprezzato l'impegno e l'entusiasmo dei giovani della consulta nell'affrontare, con passione e responsabilità, le tematiche importanti quali la questione meridionale, legalità, orientamento e formazione, solidarietà e volontariato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento