menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100216082240_DIABETE

20100216082240_DIABETE

Le istanze dell'Associazione giovani diabetici-Campania, all'unisono la Fand-Campania

Caserta - Tavola rotonda al palazzo di Confindustria di Caserta sul tema "Assistenza sanitaria per il Diabete in Campania", organizzato dai lions clubs di Caserta "Caserta Reggia" e "Real Sito San Leucio" presieduti rispettivamente da Dario Parisi...

Tavola rotonda al palazzo di Confindustria di Caserta sul tema "Assistenza sanitaria per il Diabete in Campania", organizzato dai lions clubs di Caserta "Caserta Reggia" e "Real Sito San Leucio" presieduti rispettivamente da Dario Parisi e Francesco Dal Poggetto.
Al dibattito sono intervenuti Mario Parillo, Luigi Sabino, Lupo Giacomo Pulcino per la Simg (Società Italiana di Medicina Generale) mentre per le associazioni da Vincenzo Nappa, Alessio Sodano, Salvatore Patanè e Carlo Iacone.
Dall'incontro è scaturito che spesso, in più ambienti, c'è latitanza sulle problematiche della prevenzione e cura del diabete.
Tra gli interventi quello del presidente Alessio Sodano dell'Associazione giovani diabetici-Campania, all'unisono con Vincenzo Nappa, coordinatore regionale della Fand.

Sodano ha rivendicato il diritto dei pazienti a controlli e trattamenti adeguati alle loro diversità: dai bisogni concreti dei bambini diabetici insulino dipendenti occorre partire - secondo il presidente dell'Agd - per definire efficaci piani di gestione e controllo costante. Evidenziate le incombenze dell'assessorato regionale alla Sanità. Al centro delle questioni è e resta l'applicazione concreta della L.R. 9/2009. Di qui una battaglia annunciata e che non finirà presto. Il vicepresidente Raffaele Raimondo, a sua volta, ha chiamato in causa le responsabilità dei medici di base troppo spesso sbrigativi, in luogo dell'attenzione premurosa che invece dovrebbero professionalmente prestare.
Sono intervenuti per la Fand regionale il presidente Vincenzo Nappa, per la Fand provinciale di Caserta il presidente ing. Salvatore Patanè ed il vice-presidente dott. Carlo Iacone, i quali hanno stigmatizzato che pur essendoci le risorse mediche anche di eccellenza, le istituzioni e l'apparato burocratico dell'ASL e dei relativi distretti, non recepiscono le istanze della Fand locale intese ad offrire un'assistenza medica razionalizzata e che tenga ben presente della importanza del malato che deve assistito nel miglior modo possibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento