menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prosegue l'ottava edizione della campagna di prevenzione contro botti di Natale

San Nicola la Strada - Dallo scorso mese di ottobre, grazie ai volontari del Nucleo comunale di Protezione Civile, di cui è delegato del sindaco il consigliere Domenico Russo (Pdl), è in pieno svolgimento l'ottava campagna di sensibilizzazione "A...

Dallo scorso mese di ottobre, grazie ai volontari del Nucleo comunale di Protezione Civile, di cui è delegato del sindaco il consigliere Domenico Russo (Pdl), è in pieno svolgimento l'ottava campagna di sensibilizzazione "A farsi male a Capodanno i ragazzi non ci stanno", rivolta ai giovani studenti degli istituti scolastici cittadini e gruppi di ragazzi nei luoghi abituali di ritrovo, per prevenire gli incidenti da fuochi d'artificio. Dal 2002, infatti, l'Amministrazione Comunale, in occasione delle festività di fine anno, realizza insieme ai Volontari del Nucleo Comunale di Protezione Civile, coordinati da Ciro De Maio e da Olimpia Martorano, questa iniziativa che nel tempo ha contribuito, in modo consistente, a diminuire il numero dei feriti nel nostro territorio a causa dell'uso indiscriminato di petardi illeciti. Il programma delle iniziative ha visto incontri nelle scuole, non solo di San Nicola La Strada ma anche dei comuni vicinori, con presentazione di materiale informativo e coinvolgimento attivo dei ragazzi insieme agli artificieri dell'Esercito, dei Carabinieri e della Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Operatori Sanitari, Specialisti dell'Aeronautica Militare, Polizia Urbana e Volontari di Protezione Civile. "Tutti i fuochi" - ha affermato Ciro De Maio - "anche quelli che si comprano nelle cartolerie, come le classiche "michette", possono essere acquistati solo da maggiorenni. Il problema, invece, é che spesso sono proprio i ragazzini a comprarli ed a maneggiarli". Per questo, avverte De Maio, "é importante prima di tutto che i negozianti non vendano "botti" ai minorenni e, in secondo luogo, che sul mercato non finiscano fuochi illegali". Questi ultimi, secondo il coordinatore della Protezione civile, sono "botti" veramente pericolosi per la propria e l'altrui incolumità. "I prodotti omologati, infatti, venduti in rivendite autorizzate rispettano tutte le norme della Commissione esplosivi" - spiega De Maio - "Un foglio ne spiega le caratteristiche e le modalità di utilizzo, e di solito non sono pericolosi se restano inesplosi, perché devono sempre essere innescati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento