menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta allAids, due momenti di riflessione in citt

Pompei - Lotta all'Aids, Pompei risponde "presente": la città prenderà parte, lunedì 1 dicembre, alle iniziative promosse in Italia e in tutto il mondo, per sensibilizzare i giovani, ma non solo, alla prevenzione del virus Hiv che continua...

Lotta all'Aids, Pompei risponde "presente": la città prenderà parte, lunedì 1 dicembre, alle iniziative promosse in Italia e in tutto il mondo, per sensibilizzare i giovani, ma non solo, alla prevenzione del virus Hiv che continua, purtroppo, ogni anno a contagiare nuove persone.
Le iniziative in programma a Pompei prevedono due importanti momenti di confronto e di riflessione sul tema, uno dal valore scientifico ed educativo, l'altro pensato per favorire la partecipazione e l'aggregazione dei più giovani.
Alle ore 15,30 è previsto l'incontro-dibattito dal titolo "Aids, sicurezza e prevenzione" che si terrà nell'aula consiliare di palazzo De Fusco. All'incontro interverranno il professor Pietro Filippini, direttore dell'Unità operativa di diagnosi e terapia Hiv della Facoltà di Medicina presso la Seconda università degli studi di Napoli; la dottoressa Maria Luisa Visciano, ricercatrice presso il Laboratorio di biologia molecolare ed oncogenesi virale della fondazione Pascale di Napoli.
Alle ore 17.00 seguirà, in piazza Falcone e Borsellino, il concerto dei gruppi musicali Colours ensemble e I pennelli di Vermeer. Nell'area saranno predisposti anche gazebo informativi. La giornata per la lotta e il contrasto all'Aids si chiuderà alle 19.00 con i saluti finali.

Le iniziative del Comune di Pompei per l'1 dicembre sono state promosse dal sindaco di Pompei, Claudio D'Alessio, e dall'assessore alle Politiche sociali, Ferdinando Uliano, in collaborazione con le associazioni Lilad, Arcigay Napoli, PompeiLab, Edison e Nuova generazione.
"Non parlarne non vuol dire che è stata debellata la sciagura dell'Aids - è il commento dell'assessore e vicesindaco, Ferdinando Uliano - bisogna sempre tenerlo a mente ma senza fare terrorismo né incentivare la cultura della proibizione, del tabù e della censura. Dobbiamo evidenziare che è ancora possibile vivere tranquillamente e serenamente la propria sfera sessuale, basta adottare quegli accorgimenti che ci permettono di salvare la vita ed al tempo stesso di salvarla al nostro partner".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento