menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

FormArt lavoro: cerimonia di consegna degli attestati di frequenza

Salerno - Venerdì 9 ottobre ore 18.00, Aula Magna del Complesso Monumentale di Santa Sofia, Salerno.Saranno presenti il Ministero del Lavoro nella persona di un dirigente rappresentante, l'assessore alle Politiche Sociali Ermanno Guerra e lo...

Venerdì 9 ottobre ore 18.00, Aula Magna del Complesso Monumentale di Santa Sofia, Salerno.Saranno presenti il Ministero del Lavoro nella persona di un dirigente rappresentante, l'assessore alle Politiche Sociali Ermanno Guerra e lo scrittore e regista Ruggero Cappuccio.
Nel corso della cerimonia sarà proiettato un documento video che ripercorrerà tutta l'attività di FormArt 2008/09.
Il progetto FormArt lavoro, ideato e diretto da Ruggero Cappuccio, promosso dal Comune di Salerno, finanziato dal Ministero del lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e gestito da Salerno Energia S.p.a., conclude il suo primo anno di attività con la cerimonia di consegna degli attestati di frequenza.
Nell'ottobre 2008 sono stati più di 1.000 i giovani tra i 18 e i 32 anni a rispondere al bando per accedere ai 120 posti disponibili. In 99 hanno condotto a termine il proprio iter formativo e metà di loro ha già un impiego.
Tra coloro che ritireranno il diploma, infatti, il 46% ha già firmato un contratto e il 27% sta rinnovando il rapporto lavorativo con gli enti e le aziende che li hanno ospitati durante gli stages. La restante parte ha acquisito professionalità e contatti per sviluppare progetti e inserirsi nel mercato del lavoro con nuove capacità.

10 corsi, 340 ore di lezione in aula con i maggiori esperti dei settori teatrale e cinematografico, 200 ore di tirocinio nelle strutture più accreditate d'Italia: FormArt lavoro conferma la sua unicità sul territorio nazionale rivelandosi capace di favorire l'occupazione in un momento storico che vede la crisi economica ridurre quotidianamente il numero dei lavoratori.
L'obiettivo di Ruggero Cappuccio era quello di creare una scuola d'eccellenza in grado di formare artigiani del mestiere al Sud, dove le potenzialità sono inespresse per mancanza di opportunità. I numeri della prima edizione e le continue richieste di partecipazione a quella successiva sembrano avergli dato ragione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento