menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corso internazionale di chirurgia orbitoplastica

Maiori - Per tre giorni Maiori in costiera amalfitana sarà la capitale mondiale dell'oculistica. I maggiori luminari dell'oculistica, infatti, parteciperanno al secondo "Corso internazionale di chirurgia orbitoplastica", che partirà giovedì primo...

Per tre giorni Maiori in costiera amalfitana sarà la capitale mondiale dell'oculistica. I maggiori luminari dell'oculistica, infatti, parteciperanno al secondo "Corso internazionale di chirurgia orbitoplastica", che partirà giovedì primo ottobre e si concluderà sabato 3 ottobre, nella sala congressi dell'Hotel Reginna.
Il convegno, organizzato da Luigi Colangelo, con la collaborazione del comitato scientifico composto da Robert Ebner, Lucio Zeppa, Elio Trotta e Lino Guarracino, si pone come obiettivo la divulgazione e l'aggiornamento scientifico sulle novità diagnostiche e sui nuovi protocolli chirurgici della patologia neuroftalmologica, orbitaria e palpebrale.
Un corso di aggiornamento che, in pochissimo tempo, ha saputo ritagliarsi un proprio spazio nel microcosmo dei convegni medici, diventando uno degli incontri più attesi, tra gli esperti in materia e tra i migliori d'Europa.

E, il successo del convegno è testimoniato dall'ampia e vasta partecipazione: gli iscritti sono più di 250, mentre i relatori, vere e proprie "autorità" del settore , provengono dall'Italia, dall'Argentina, dal Brasile, dagli Stati Uniti, dalla Germania, dalla Francia, da Portorico, dall'Olanda e dal Messico. Tra i docenti universitari, che saranno impegnati nella tre giorni di lavori, ci saranno, solo per citarne alcuni, Daniel Weil, presidente della società oftalmologica argentina, Peter Savino e Jury Billik del Wills Eye Institute di Philadelphia, Christoph Hintschich, segretario della società europea di plastica oculare e chirurgia ricostruttiva.
Il convegno si articolerà in quattro sessione, nel corso delle quali i partecipanti avranno l'opportunità di discutere liberamente sui vari argomenti e casi pratici. Nel corso del meeting, inoltre, verrà proposto il progetto di studio, sul territorio campano, per l'individuazione e l'assistenza dei pazienti con malattia di Fabry.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento