menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20090930060459_girolamo

20090930060459_girolamo

Nasce Centro linguistica in memoria Girolamo Vitelli

(S.Croce S.) Conoscere e far conoscere la lingua e la cultura dei popoli nonché promuovere il territorio in cui essi si riconoscono, con particolare riferimento a quello sannita, utilizzando le tecnologie informatiche e telematiche più avanzate...

(S.Croce S.) Conoscere e far conoscere la lingua e la cultura dei popoli nonché promuovere il territorio in cui essi si riconoscono, con particolare riferimento a quello sannita, utilizzando le tecnologie informatiche e telematiche più avanzate: questa l'idea e l'intento alla base dell'istituzione del Centro sannita di linguistica, comunicazione e promozione territoriale in memoria di "Girolamo Vitelli", che sarà presentato venerdì 9 ottobre a Santa Croce del Sannio (in provincia di Benevento).
Promotori dell'evento il Comune di Santa Croce del Sannio, la Fondazione "G.M. Galanti" onlus (sede dell'incontro), la Società San Paolo, con il patrocinio del Senato della Repubblica. In occasione del 160° anniversario della nascita del grande papirologo, si è pensato di organizzare uno "Spicilegio nel Sannio, Il futuro di Girolamo Vitelli", ossia una raccolta di esperti e una ricognizione di materiali, dati, documentazioni, conoscenze, informazioni per proseguire nell'opera di valorizzazione culturale intrapresa da Vitelli più di un secolo fa, fondando l'attuale Istituto Papirologico di Firenze, che porta il suo nome, e fregiandosi tra l'altro dei titoli di senatore e di accademico dei Lincei.
Tutto è orientato alla costituzione dell'Istituto internazionale di filologia computazionale Vitelli e allo sviluppo di Hieronymus, software applicativo integrato per l'acquisizione digitale e l'analisi di reperti archeologici (iscrizioni, epigrafi, oggetti), di corpora linguistici in lingue antiche e moderne, la ricerca interlingua avanzata e la traduzione moderna. "Oltre a ricercare e sperimentare nuove e più avanzate applicazioni informatiche alla linguistica e alla comunicazione, pensiamo di proporre corsi di formazione per imparare a meglio comunicare e connettere i Sanniti nel mondo", spiega Giuseppe Del Grosso, coordinatore scientifico del progetto.
L'invito a programmare multimedialità e interattività in rete è rivolto non solo a studiosi e addetti ai lavori, ma anche ai giovani, che potrebbero avere opportunità di lavoro nell'ambito delle produzioni e dei servizi basati sulle tecnologie collegate ai saperi antichi, classici e moderni.
"Istituto di linguistica e comunicazione Girolamo Vitelli: situazione e prospettiva" è il tema di apertura della giornata del 9 ottobre dedicata, a partire dalle ore 9.30, al tavolo di lavoro riservato alle rappresentanze tecnico-scientifiche di Università, Enti di ricerca, Associazioni, Enti morali. Ai saluti del sindaco di Santa Croce, Antonio Di Maria, seguono gli interventi di: Guido Bastianini, direttore dell'Istituto Papirologico "G. Vitelli" - Firenze; Franco Bove, esperto di restauro e composizione architettonica; Andrea Bozzi, direttore Istituto di linguistica computazionale - Pisa; Stefania Capini, Soprintendenza dei beni archeologici del Molise; Andrea De Lisio, direttore comunicazioni sociali - Diocesi di Campobasso; Carmine Garofano, presidente Associazione Figli del Sannio - Roma; Milutin Lilic, direttore società informatica "Menuet" di Belgrado; Maria Pia Marchese, presidente Corso di laurea in Scienze umanistiche per la comunicazione - Università di Firenze; Nicola Mastidoro, direttore scientifico Biblioteca digitale Intratex Roma; Padre Davide Panella, Convento Frati minori Madonna delle Grazie - Benevento; Giulia Papoff, direttore Centro linguistico di ateneo - Università degli Studi del Sannio; Michele Petrucci, consulente per interventi e attività formative; Louay Shabani, funzionario Ambasciata Irachena - Roma; Darko Tanaskovic, docente alla Facoltà di lingue - Università di Belgrado; don Michele Tartaglia, biblista Arcidiocesi di Campobasso-Bojano; Angelo Colacrai, Pontificia Università Gregoriana - Roma e Società Biblica Cattolica Internazionale Roma-Madrid (collegato dall'estero in VIDEOCONFERENZA); Raffaele Mazzarella, direttore Centro culturale San Paolo Onlus Campania; Corrado Monaca, presidente Movimento Azzurro; don Giuseppe Nuzzi, vicario generale - Diocesi di Campobasso; don Roberto Ponti, Centro studi Bibbia e Comunicazione - Società San Paolo; Benedetto Santangelo, responsabile Federconsumatori Caserta; Silvano Zaccone, presidente del Consorzio "Il Cigno" - La Spezia. Tra le rappresentanze istituzionali: Innocenzo Pugliese, presidente Comunità Montana Alto Tammaro; Gianluca Aceto, assessore politiche dell'ambiente e sviluppo sostenibile Provincia di Benevento; Carlo Falato, assessore alla Cultura Provincia di Benevento; on. Vincenzo Niro, consigliere Regione Molise; on. Rosario De Matteis, consigliere Regione Molise; on. Mino Izzo, senatore della Repubblica. Le conclusioni sono affidate all'on. Corrado Gabriele, assessore Istruzione, formazione e lavoro Regione Campania; all'on. Sandro Arco, assessore alla Cultura Regione Molise; e all'on. Sandra Lonardo, presidente Consiglio Regionale della Campania.

Il programma prevede inoltre, alle ore 15.30, la "Posa della prima pietra" dei lavori di ristrutturazione alla casa natale di Girolamo Vitelli, la Cerimonia religiosa presieduta dal rev. mons. Pompilio Cristino e, alle ore 16.30, l'incontro sul tema: "Le grandi civiltà del Mediterraneo nella storia del territorio Sannio", a cura di Antonio Conte.
La partecipazione all'evento è aperta a tutti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento