Scuola

Arriva la pillola che cura l'epatite C in 12 settimane

(New York) Un nuovo trattamento per curare gli affetti da Epatite C. La Food and Drug Administration (Fda), e cioè l'ente statunitense per il controllo sui farmaci, ha approvato una pillola basata sulla molecola sofosbuvir. La malattia al momento...

101704_epatitec

(New York) Un nuovo trattamento per curare gli affetti da Epatite C. La Food and Drug Administration (Fda), e cioè l'ente statunitense per il controllo sui farmaci, ha approvato una pillola basata sulla molecola sofosbuvir. La malattia al momento viene curata con iniezioni di interferone e con la ribavirina. Il farmaco approvato dalla Fda è stato messo a punto dalla "Gilead Sciences" e può essere usato per una terapia anche senza l'interferone, con la somministrazione di una pillola al giorno per almeno 12 settimane. L'unico problema, al momento, sembrerebbe l'alto costo della cura che ammonterebbe a circa 84 mila dollari, circa mille dollari al giorno. L'epatite C è una malattia infettiva del fegato che può portare alla cirrosi epatica e al cancro al fegato. Colpisce ogni anno 3-4 milioni di persone nel mondo e conta circa 150 milioni di malati cronici. In Italia sono circa un milione le persone infettate con virus Hcv, ma solo l'1,5% è curato.
Secondo gli esperti gli scenari che si aprono con le nuove molecole che saranno approvate a breve sono davvero rivoluzionari: ''da tassi di guarigione dall'infezione con il virus dell'epatite C oggi abbastanza modesti (del 45%) si arriverà a tassi di efficacia dell'80-95% '', ha spiegato Massimo Colombo dell'università di Milano. Ma i vantaggi dei nuovi farmaci sono enormi, niente iniezioni con interferone ma uso di pillole, breve durata dei trattamenti e pochi effetti collaterali. L'obiettivo sarà eradicare non solo il virus ma diminuire la progressione della malattia e dunque la mortalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la pillola che cura l'epatite C in 12 settimane

CasertaNews è in caricamento