menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Convegno sulla scuola e ricerca educativa all'Isis A. Nifo

Sessa Aurunca - L'Isis A. Nifo di Sessa Aurunca, con il patrocinio del Comune e della Diocesi, organizza per venerdì 28 novembre, un convegno dal titolo "Scuola e ricerca educativa nella società ipermoderna". Presso il Salone dei Quadri del...

L'Isis A. Nifo di Sessa Aurunca, con il patrocinio del Comune e della Diocesi, organizza per venerdì 28 novembre, un convegno dal titolo "Scuola e ricerca educativa nella società ipermoderna". Presso il Salone dei Quadri del Palazzo di città, alle ore 15.30, ne discuteranno il pedagogista Prof. Franco Cambi dell'università degli studi di Firenze, il Prof. Paolo Russo, docente ordinario di Storia della Scuola, Don Roberto Palazzo che rappresenterà la Diocesi e i docenti in platea; saluterà gli autorevoli ospiti il primo cittadino L. Tommasino. L'ouverture al dibattito è in musica: sarà l'orchestra dei giovani studenti del Liceo musicale del convitto Nifo ad esibirsi, per la prima volta, per questa importante occasione. A dirigere i 20 giovani musicisti Ivan Alfieri, uno studente di sedici anni che frequenta il terzo anno. Il tema dell'incontro è di scottante attualità, lo sa bene il Dirigente scolastico Giovanni Battista Abbate, infaticabile promotore della cultura sul territorio, che ha voluto fortemente l'incontro e che farà da moderatore. L'urgenza di questo dibattito è dettata dalla società complessa del presente che ha bisogno sempre più del sostegno e della guida di insegnanti, educatori, animatori, formatori. L'esigenza è quella di ripensare al fare-educazione e quindi ripensare l'identità di tali professioni, e il loro modello di professionalità, per ispirarle sempre di più al compito che si prefiggono. Il Prof. Cambi ha indagato sulle professionalità educative e sa come orientarle in una società ipermoderna come la nostra. Si può immaginare nella scuola, l'agenzia-di-base per formare i cittadini del futuro, che istruzione e formazione stiano legate in modo contiguo e complementare? Quali sono le nuove competenze che sia i docenti sia i discenti dovrebbero acquisire? Della scuola italiana si lamentano tutti: docenti, studenti,genitori. Una macchina complessa e appesantita dalla burocrazia dove il merito sembra una parola senza senso. Tante le note dolenti, come possono essere superate? Il Prof. Cambi ha già affrontato queste tematiche nei suoi numerosi scritti, ed ha affermato che "L'esigenza è quella di un fare educativo non appiattito sull'attualità e meno legato alle esigenze burocratiche. Il futuro dell'educazione è affidato alla formazione". A questi ed altri interrogativi e perplessità, risponderà il famoso pedagogista. Un appuntamento quello di venerdì da non perdere per chi vuole scoprire l'educazione del futuro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento