menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
072404_teenager_colazione_giovani

072404_teenager_colazione_giovani

'Mai saltare la colazione!', salutare per i giovani per prevenire diabete

(Roma) La colazione costituisce oltre ad un momento di nutrizione essenziale anche un vero e proprio toccasana per i giovani. Gli adolescenti che la saltano, infatti, sviluppano più facilmente la sindrome metabolica ed il diabete a 40 anni di età...

(Roma) La colazione costituisce oltre ad un momento di nutrizione essenziale anche un vero e proprio toccasana per i giovani. Gli adolescenti che la saltano, infatti, sviluppano più facilmente la sindrome metabolica ed il diabete a 40 anni di età, rispetto ai ragazzi che invece la fanno. Non è sufficiente mangiare solo qualcosa di dolce, il primo pasto deve essere più ricco, prevedendo latte e frutta. A dimostrarlo sono stati i ricercatori del dipartimento di medicina clinica e salute pubblica della Umea University, in Svezia, con uno studio pubblicato su Public Health Nutrition.

Sindrome metabolicaLa sindrome metabolica è una condizione clinica meritevole di particolari attenzioni per via della sua gravità e diffusione. Con questo termine non si indica una singola patologia ma un insieme di fattori predisponenti che, uniti insieme, collocano il soggetto in una fascia di rischio elevata per malattie come diabete, problemi cardiovascolari in genere e steatosi epatica (fegato grasso).Sindrome metabolicaLe persone soggette a tale condizione corrono un maggior rischio di subire alcune malattie cardiovascolari, renali, oculari ed epatiche (tale rischio è da due a quattro volte superiore rispetto alle persone normali).Quando si instaura una condizione di insulino-resistenza, le cellule richiedono una quantità di insulina superiore alla norma, al fine di assorbire il glucosio ematico e mantenere nella norma i livelli glicemici. In simili condizioni, le cellule Beta del pancreas deputate alla produzione di insulina vanno incontro ad un lento processo degenerativo causato dal troppo lavoro. Si pongono così le basi per il diabete, con tutte le conseguenze negative del caso.
Il diabete è una malattia cronica del metabolismo che consiste in un aumento dei livelli di zucchero nel sangue, dovuto a un'insufficiente produzione dell'ormone insulina da parte del pancreas. Se ne distinguono due tipi: il diabete tipo 1 insorge fra i 10 e i 16 anni, viene chiamato insulino-dipendente e si presenta con debolezza, sete intensa, brusco calo del peso, crisi ipoglicemiche, difficoltà immunitarie. Il diabete tipo 2, detto non-insulino-dipendente, insorge dopo i 30 anni in modo graduale, secondo una certa predisposizione familiare associata a sedentarietà e obesità; i sintomi sono più lievi e sfumati ma nel tempo le complicanze possono farsi importanti: insufficienza renale, disturbi nervosi e vascolari agli arti inferiori, problemi alla vista, e maggior rischio di infarto e ictus.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento