menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
070850_sun_economia

070850_sun_economia

Dipartimento di Economia Sun diventa una 'Talent Factory'

Capua - Una «Talent Factory» in grado di far emergere e valorizzare le freschezza delle idee degli studenti formando, sul campo, i manager del futuro. È questo il progetto lanciato questa mattina (venerdì 3 ottobre) a Capua nell'aula magna del...

Una «Talent Factory» in grado di far emergere e valorizzare le freschezza delle idee degli studenti formando, sul campo, i manager del futuro. È questo il progetto lanciato questa mattina (venerdì 3 ottobre) a Capua nell'aula magna del Dipartimento di Economia della Sun, nel corso della riunione plenaria tra docenti e il Comitato di indirizzo, il board formato dagli esponenti del mondo delle attività produttive che hanno partecipato al dibattito.«Anche il mondo dell'università è diventato un mercato competitivo - ha spiegato Raffaele Cercola, professore ordinario di Marketing strategico e ideatore del Comitato di indirizzo, aprendo i lavori della riunione - e per questo occorre una mentalità nuova. Come è successo per le imprese, anche l'università deve far valutare la sua offerta formativa affinché i nostri corsi di studi rispondano sempre di più alle esigenze del mondo del lavoro». Un'offerta didattica, quella del Dipartimento di Economia, presentata dal professor Francesco Izzo, integrata dalle modalità di collaborazione con le imprese (relatore professor Enrico Bonetti) e supportata dalle attività di placement (illustrate dal professor Francesco Gangi).
«Questa riunione segna un passaggio nuovo nel rapporto di collaborazione tra il mondo del lavoro e il Dipartimento di Economia della Sun - ha sottolineato Domenico Minniti, amministratore unico di Harmont&Blaine - perché l'università è pronta a intercettare le esigenze delle aziende. Abbiamo bisogno di figure professionali che ci accompagnino in uno scenario che sta cambiando e possiamo trovarle solo attraverso un lavoro sinergico con il mondo universitario».
«Non abbiamo bisogno di geni, ma di persone in grado di prima saper essere e poi di stare in ufficio - spiega Enrico D'Aiuto, direttore commerciale di Biotest Italia, azienda tedesca che da tre anni collabora con il Dipartimento di Economia di Capua. Concetto ribadito anche da Andrea Guanci, direttore marketing di Msc Crociere: «Non abbiamo bisogno di tanti Steve Jobs, ma di persone che in azienda sappiano come mettere in pratica un'idea». Una sfida, poi, è stata lanciata da Fabio Pacelli, direttore dei servizi al passeggero di Gesac - Aeroporto di Capodichino, che ha avanzato quattro casi di studio per lo sviluppo di altrettanti aspetti commerciali dell'aeroporto partenopeo. «Anche le imprese devono fare di più - è l'opinione di Carlo Palmieri, vicepresidente holding Gruppo Carpisa-Yamamay - e non limitarci alle sole testimonianze. In questo senso il rapporto con l'università è fondamentale». Di voglia di fare impresa da parte dei giovani hanno parlato Stefano Massa, presidente onorario di Villa Massa, Raffaele Garofalo amministratore unico di Fattorie Garofalo e Marco Fossataro, amministratore della Banca di sconto e conti correnti di Santa Maria Capua Vetere Spa. «Purché - è stato il consiglio di Massa - si abbia una chiara visione di cosa siamo e dove vogliamo andare». «Da questo stretto rapporto di collaborazione con il Dipartimento di Economia - ha sottolineato Raffaele Garofalo - il mondo delle imprese, soprattutto di questo territorio, ha solo da guadagnare». «Siamo da anni i talent scout di tante aziende - ha rivelato Fossataro - ma abbiamo bisogno di giovani imprenditori, con idee nuove che ci trasferiscano la loro visione».

Michele Amoroso, l'amministratore unico di Generazione Vincente e il responsabile area manager di Manpower Patrizia Iaccarino hanno sottolineato l'avvicinamento dell'università e del mondo del lavoro. «Inauguriamo un percorso positivo e innovativo - ha concluso i lavori Vincenzo Maggioni, già preside della Facoltà di Economia - Siamo stati i primi a innovare i percorsi formativi con, ad esempio, l'istituzione del corso di laurea in Economia aziendale. La riunione di questa mattina è un ulteriore punto di partenza in grado di dare maggiore qualità alla nostra offerta formativa».
Clelia Mazzoni, direttore del Dipartimento di Economia di Capua assente alla riunione per un impegno accademico in Sicilia, ha lasciato un messaggio agli intervenuti e agli studenti sottolineando come «la collaborazione fattiva con il mondo del lavoro non potrà altro che produrre effetti positivi sulla nostra offerta didattica con ricadute eccezionali sulle figure professionali che formeremo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento