Scuola

Grillo (Flc Cgil): 'Rilanciare connubio scuola - territorio'

Caserta - Avevamo già scritto circa l'enormi risorse patrimoniali umane che il nostro territorio necessita rilanciare ,le quali urgono di un sostegno progettuale ben definito ,che veda le parti sociali scuola, utenti ,istituzioni e soprattutto...

065748_grillo

Avevamo già scritto circa l'enormi risorse patrimoniali umane che il nostro territorio necessita rilanciare ,le quali urgono di un sostegno progettuale ben definito ,che veda le parti sociali scuola, utenti ,istituzioni e soprattutto studenti convogliare sulla valorizzazione del territorio attraverso una formazione specifica che contrasti la dispersione scolastica e favorisca nel caso degli istituti ad hoc le già ben note eccellenze formative nel campo dei comparti tessile ,agricolo ,agro-alimentare ,cultural ambientale e turistico .Affinchè ciò avvenga è necessario quindi toccare con mano il binomio tempo scuola-offerta formativa e sarebbe complesso toccare un argomento cosi delicato senza intervistare presso la sede della FLC CGIl (Federazione lavoratori della conoscenza) di Caserta Enrico Grillo ,suo segretario generale provinciale .Grillo ,sindacalista di provata esperienza, è un professore di scienze con due lauree ,una in scienze geologiche e la seconda in scienze turistiche ;figlio di ferrovieri ,padre originario di Marcianise ,viene eletto come Rsu la prima volta nel 2000 all'interno dell'ITC De Franchis di Piedimonte Matese ,il 14 Febbraio del 2005 viene eletto primo segretario generale provinciale FLC CGIL Caserta succedendo a Camilla Bernabei generale provinciale Cgil Scuola ,che nel marzo 2010 diverrà segretario generale della Cgil ,e poi riconfermato nella successiva elezione .Intervistato Grillo critica la revisione degli ordinamenti ,la cosiddetta legge Gelmini ,legge 133 ,la quale ha comportato una drammatica riduzione del tempo scuola ,della qualità della scuola ed un progressivo impoverimento delle comunità di apprendimento nelle loro metodologie ,nei risultati che riuscivano a conseguire ed inoltre ci offre i dati di un documento e le richieste ivi contenute presentate con i sindacati confederali provinciali della scuola al ministro dell'Istruzione Carrozza presente all'inaugurazione dell'anno scolastico presso alcuni Istituti a Casal di Principe . "Il taglio del 20% del personale docente operato dal 2008 in poi ha comportato una drastica riduzione dell'efficacia del sistema di istruzione e formazione che produrrà drammatici effetti nel giro di una decina d'anni dato l'aumento della dispersione e la riduzione del successo scolastico già a partire dal numero di diplomati .Nella nostra provincia il numero di coloro che hanno la sola licenza media rimane una delle più basse d'Italia intorno al 40% in base all'ultimo studio Instat che risale al 2007 con un peggioramento del 2,4 % dal 2004 al 2007 .Rispetto all'obbligo formativo abbiamo il record negativo di 4 punti inferiore alla media ,vale a dire che sono quattordici gli studenti ogni cento che non completano il percorso d'obbligo fino a quindici anni .In verità la dispersione arriva a valori prossimi al 20% negli Istituti professionali ,dato che poi si riflette ancora più negativamente su quanti si inscrivono all'Università ,quattro su ogni dieci vi aderiscono .Bisogna considerare che l'edilizia scolastica risale agli anni 60' e 70' quindi prima della normativa antisismica ,per cui si rendono urgenti i lavori di adeguamento statico e quindi di investimento nella sicurezza anche perché alcune aree sono state riclassificate in un grado sismico elevato .Urge rinnovare i contratti per dare il giusto riconoscimento ai 20.000 lavoratori della conoscenza casertani che ogni giorno profondono impegno spesso a prezzo di profondi sacrifici infine l'esonero delle tasse universitarie dei figli degli altri 100.000 disoccupati che abbiamo nel nostro territorio ."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grillo (Flc Cgil): 'Rilanciare connubio scuola - territorio'

CasertaNews è in caricamento