Scuola

Paziente obeso 63enne riesce a fare la Tac alla San Michele

Maddaloni - "Se non mi potete curare, datemi una dolce morte": è la tremenda richiesta che Gennaro Pezone è arrivato a fare in un momento di totale sconforto nel corso del suo lungo peregrinare per strutture sanitarie anche all'estero, a causa...

063812_Pezone_Molisso

"Se non mi potete curare, datemi una dolce morte": è la tremenda richiesta che Gennaro Pezone è arrivato a fare in un momento di totale sconforto nel corso del suo lungo peregrinare per strutture sanitarie anche all'estero, a causa della sua ingente mole, circa 200 kg. Lunedì 23 giugno, però, è riuscito a fare finalmente la TAC presso la Casa di Cura "San Michele" di Maddaloni (CE), e ora è raggiante sia perché l'esito è stato favorevole, sia perché la Clinica è "a due passi" da casa sua, visto che abita a Salerno.

"Avrei dovuto sborsare 12.000 euro per andare a fare la TAC ad Aosta - ci spiega - e avrei dovuto prima mandare l'impegnativa e poi l'ufficio prenotazioni mi avrebbe contattato... una procedura lunghissima... sono andato alla Clinica San Michele, dove sono stato trattato da essere umano... e ho pagato solo il ticket, 5 euro. Ringrazio perciò tutto il personale per la gentilezza e cortesia e il dr. Antonio Molisso per la professionalità. Non mi sono sentito un cliente, come spesso mi accade, ma un paziente, sono stato accolto".
Gennaro Pezone, 63 anni, ex-funzionario della giunta regionale della Campania, sposato, con tre figli, ha raccontato di aver fatto più di mille telefonate nel corso di un mese per poter fare la TAC, "ma gli apparecchi non erano tarati sulla mia larghezza; ho interessato il Ministero della Salute, il Prefetto, la Regione, il Comune; l'unico apparecchio ad Aosta mi comportava spese ingenti e viaggi aerei che non posso affrontare. 'Googlando' ho trovato la Clinica San Michele, che ha una Tac capace di ospitare un paziente fino a 225kg. E ho cominciato a vedere la luce..."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paziente obeso 63enne riesce a fare la Tac alla San Michele

CasertaNews è in caricamento