menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In soli due anni i casi di tumore al pancreas sono cresciuti del 13%

(Roma) In Italia nel 2014 si registrerà un incremento del 4% di nuovi casi di tumore del pancreas, rispetto al 2013. L'aumento, se confrontato al 2011, sarà del 13% per un totale di 12.7000 persone colpite. "Ma oggi si inizia a parlarne di più -...

(Roma) In Italia nel 2014 si registrerà un incremento del 4% di nuovi casi di tumore del pancreas, rispetto al 2013. L'aumento, se confrontato al 2011, sarà del 13% per un totale di 12.7000 persone colpite. "Ma oggi si inizia a parlarne di più - afferma Stefano Cascina - ed aumenta anche la consapevolezza che si possa affrontare.anche grazie a PanCrea, campagna infomativa promossa dall'AIOM, i medici di famiglia della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) e l'AIMAC, con un tour in sette Regioni, dedicato esclusivamente al tumore del pancreas. Abbiamo attraversato il Paese spiegando ai cittadini come sia possibile prevenire anche questa insidiosa forma di cancro seguendo stili di vita corretti. E lo vediamo ogni giorno nei nostri reparti, è aumentata l'attenzione e la conoscenza. Se un anno fa, un italiano su due affermava l'impossibilità di prevenire queste neoplasie (e addiritturail 39% dichiarava di non averne mai sentito parlare) oggi troviamo cittadini più informati. Anche se molto resta ancora da fare: continueremo il progetto anche nel 2015, ma vogliamo ora un appello alle Istituzioni perché sviluppino analoghi progetti in tutto la penisola". "Purtroppo solo il 7% dei casi è diagnosticato in fase iniziale - commenta Carmine Pinto. Negli ultimi tempi la ricerca ha portato a nuove terapie, come il nab-paclitaxel, che riesce a superare la barriera stomacale, finora inaccessibile alle molecole tradizionali. Il trattamento ha dimostrato un aumento significativo dei pazienti lungo sopravviventi a 3 anni. Il tour dell'AIOM si è svolto nei centri di riferimento nella lotta contro il tumore del pancreas. "Questa neoplasia deve essere curata in struttureche affrontano un adeguato numeri di casi l'anno - sottolinea Cascinu -. Quello degli alti volumi di attività è uno dei principali problemi su cui dobbiamo insistere, risolvibile con le reti oncologiche". PanCrea è stato reso possibile grazie al contributo incondizionato di Celgene e ha visto la partecipazione anche dell'associazioni dipazienti. "Per un italiano su due il cancro non è più un 'male incurabile' - aggiunge Francesco De Lorenzo -. Dopo anni di campagne e di corretta informazione abbiamo raggiunto un grande risultato. Tuttavia questa neoplasia è ancora una malattia di cui si parla ancora poco non soloin Italia. Anche per questo il 12 novembre,in prossimità della Giornata mondiale perla lotta al tumone del pancreas ('13 novembne} è stato organizzato un incontro alParlamento europeo per chiedere che anche le Istituzioni comunitarie facciano laloro parte. sia nella prevenzione primaria che nella gestione del paziente". In Italia il13 novembne si terrà un Convegno nazionale, promosso dalla Fondazione "Insiemecontno il Cancro" alla Camera dei Deputati (www.tumonepancreas.org}.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento