Scuola

Il Peres Center for Peace di Tel Aviv ospite del liceo Garofano

Capua - – In quest'anno 2013, il liceo "Garofano", nella ricorrenza del 35° della sua istituzione e grazie alle sinergie in costante sviluppo soprattutto grazie ai puntuali impulsi del dirigente Giovanni Di Cicco, si sta riproponendo più volte...

055058_Garofano

- In quest'anno 2013, il liceo "Garofano", nella ricorrenza del 35° della sua istituzione e grazie alle sinergie in costante sviluppo soprattutto grazie ai puntuali impulsi del dirigente Giovanni Di Cicco, si sta riproponendo più volte come location di grandi eventi. Basti ricordare, fra l'altro, la bella manifestazione del marzo scorso, quando - alla presenza del direttore generale dell'istruzione in Campania, Bouché, e di tante autorità - furono protagonisti i giovani del liceo musicale incardinato nel "Garofano" e intitolato all'illustre compositore capuano Giuseppe Martucci. Un nuovo importante appuntamento è previsto per lunedì 29 aprile, alle ore 18, tutto riservato al tema universale della Pace. A promuovere l'iniziativa stavolta è il Rotary Club di Capua Antica e Nova presieduto da Angelo Di Rienzo che, insieme al Rotary Club di Maddaloni presieduto da Raffaele Petrone, darà luogo, presso il "Garofano", ad un Interclub dedicato alla descrizione di alcuni Progetti mirati del "Peres Center for Peace" di Tel Aviv che s'impegna "con azioni concrete e con ogni mezzo" per la ricerca del dialogo fra Arabi ed Israeliani. Attraverso un comunicato-stampa, il presidente del Rotary Club di Capua Antica e Nova, l'architetto Angelo Di Rienzo, ha fatto sapere che, per la circostanza, giungeranno a Capua il massimo esponente del "Centro Peres Italia Onlus", Daniel Treves, e perfino il direttore generale del "Peres Center for Peace" di Tel Aviv, Ido Sharir. In considerazione della rilevanza dell'evento, hanno assicurato la loro partecipazione molti rappresentanti delle istituzioni cittadine e provinciali, a partire dal prefetto di Caserta, Carmela Pagano.
"La pace è il tema dell'anno rotariano in corso - ha spiegato ancora il presidente Di Rienzo nella medesima nota - ed il nostro sodalizio vuole dare il giusto rilievo ad un argomento tanto importante dando anche un segno concreto del proprio impegno umanitario e rotariano devolvendo un contributo in favore del Centro impegnato a costruire ponti di pace fra i due popoli. Saranno presentati i progetti più interessanti del Centro Peres per la Pace di Tel Aviv tra cui spicca quello del Dipartimento di Medicina che si preoccupa di aprire le porte degli ospedali israeliani a pazienti palestinesi quando non vi sono cure o apparecchiature sufficienti sul territorio palestinese. Il Centro Peres cura i bambini palestinesi negli ospedali israeliani in casi di medicina di urgenza e di operazioni complesse e dal 2003 ha prestato le proprie cure ad oltre 1.500 bambini palestinesi negli ospedali israeliani. Un progetto questo - ha concluso Di Rienzo - nobile e ambizioso, concretamente finalizzato alla costruzione del dialogo tra popolazioni in conflitto, abbracciato con entusiasmo dal Rotary, sempre attento a tematiche umanitarie e vicino a chi ha bisogno di curare le ferite non solo del corpo, ma anche dell'anima". E' evidentemente una mission di solidarietà umana e di impegno civile che il presidente, a nome personale e di tutti gli associati, interpreta con profonda ed esemplare convinzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Peres Center for Peace di Tel Aviv ospite del liceo Garofano

CasertaNews è in caricamento